Art Digest: 20 settembre 2015, il Broad day. Combattere l’Isis, a colpi di fotografie. Karl Waldmann, il grande dadaista che non esiste

20 settembre 2015: ovvero il Broad day. Fissata la data e le modalità per l’inaugurazione a Los Angeles del nuovo museo del magnate e collezionista: ogni visitatore avrà solo 45 secondi per la Infinity Room di Yayoi Kusama… (latimes.com) Fotografare i siti archeologici mediorientali, per poter in futuro ricostruire i monumenti distrutti dall’Isis. Una macabra […]

Casa Vicens di Gaudì, a Barcellona

20 settembre 2015: ovvero il Broad day. Fissata la data e le modalità per l’inaugurazione a Los Angeles del nuovo museo del magnate e collezionista: ogni visitatore avrà solo 45 secondi per la Infinity Room di Yayoi Kusama… (latimes.com)

Fotografare i siti archeologici mediorientali, per poter in futuro ricostruire i monumenti distrutti dall’Isis. Una macabra battuta? No, lo propongono studiosi di Oxford e Harvard, che vogliono distribuire alla popolazione 5mila fotocamere 3D… (bbc.com)

Un nuovo museo Gaudì a Barcellona. Lo diventerà nel 2016 Casa Vicens, la prima casa progettata dal visionario architetto catalano, a conclusione dei lavori di ristrutturazione… (artforum.com)

Il noto artista dadaista Karl Waldmann? Mai esistito, anche se le sue opere si vendono da anni nelle aste. Un’identità del tutto fittizia: questo sembra emergere dalle indagini della polizia federale tedesca… (artnet.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.