Paris Updates: ecco le prime immagini delle mostre della Fondation Cartier pour l’Art Contemporain

L’apertura al pubblico è prevista per il 25 ottobre, ma noi siamo andati a vedere in anteprima le due esposizioni proposte nella Fiac week dalla Fondation Cartier: la prima intitolata Ballade pour une boite de verre (Musings on a Glass Box), istallazione ideata dallo studio di creazione e architettura Diller Scofidio + Renfro che si fonda sul […]

L’apertura al pubblico è prevista per il 25 ottobre, ma noi siamo andati a vedere in anteprima le due esposizioni proposte nella Fiac week dalla Fondation Cartier: la prima intitolata Ballade pour une boite de verre (Musings on a Glass Box), istallazione ideata dallo studio di creazione e architettura Diller Scofidio + Renfro che si fonda sul meccanismo di scatto di una serie di reazioni che partono da una semplice perturbazione del soffitto. Il compositore David Lang e il designer Jody Elff creano un dialogo tra l’architettura di Jean Nouvel e l’installazione, instaurando un gioco di trasparenze che altera la percezione dello spazio.
La seconda esposizione è intitolata
Les Habitants ed é un’idea del pittore argentino Guillermo Kuitca: proponendo un’immersione totale nello spazio, l’artista vuole offrire un personale approccio alla Fondazione creando differenti ambienti e presentando un insieme di opere di differenti artisti, quali Francis Bacon, David Lynch e Patti Smith. Presentate all’interno della manifestazione dei trent’anni di attività, questa istallazioni partecipano al progetto della Fondation Cartier per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale contemporaneo presentando artisti che lavorano che differenti linguaggi espressivi.

Silvia Neri

 

CONDIVIDI
Silvia Neri
Silvia Neri nasce a Vicenza nel 1985. Si laurea nel 2010 in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Padova con una tesi in Storia dell'Arte contemporanea su Cremaster 3 di Matthew Barney. Nel 2008/2009 collabora con il Centro Nazionale di Fotografia di Padova. Scrive dal 2010 per la rivista AreaArte e collabora con artisti per la realizzazione di video e cortometraggi e allestimento di esposizioni d'arte. Vive a Parigi dove studia Art Contemporain et Nouveaux Medias a un master recherche all'Université di Paris 8 e collabora con la Galerie Bernard Bouche.