Lo Strillone: spegniamo le tensioni tra Russia e Occidente attraverso l’arte, così a La Stampa il direttore dell’Ermitage. E poi Louvre, Blixa Bargeld…

L’arte? Un ottimo antidoto al rischio di una nuova Guerra Fredda. Così il direttore dell’Ermitage Mikhail Piotrovski, intervistato da La Stampa. Una breve su Corriere della Sera anticipa Beware Wet Paint, mostra che da fine ottobre porta alla Fondazione Sandretto alcune tra le firme più interessanti e meno note (in Italia) della generazione Settanta e […]

Quotidiani
Quotidiani

L’arte? Un ottimo antidoto al rischio di una nuova Guerra Fredda. Così il direttore dell’Ermitage Mikhail Piotrovski, intervistato da La Stampa. Una breve su Corriere della Sera anticipa Beware Wet Paint, mostra che da fine ottobre porta alla Fondazione Sandretto alcune tra le firme più interessanti e meno note (in Italia) della generazione Settanta e Ottanta.

La musica dei vinti: pagina intera su La Repubblica per l’intervista con cui Blixa Bargeld, indimenticabile anima degli Einsturzende Neubaten ed ex spalla di Nick Cave, racconta la sua Lament, rock-opera che racconta il disastro della Prima Guerra Mondiale attraverso lo sguardo dei tedeschi sconfitti. Le trecento opere in prestito dal Louvre di Parigi a quello di Abu Dhabi su Libero.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.