Lo Strillone: secondo Il Giornale nel futuro di Cinecittà c’è un museo del cinema. E poi report da Matera, Penone a Boboli…

Che fare di Cinecittà? Un museo del cinema: così Dario Franceschini ripreso in una breve su Il Giornale. Parte da Napoli e arriva sul Corriere della Sera il progetto La scuola adotta un monumento, con i ragazzi degli istituti superiori italiani in prima linea per lo studio e la salvaguardia delle ricchezze dei propri quartieri. […]

Quotidiani
Quotidiani

Che fare di Cinecittà? Un museo del cinema: così Dario Franceschini ripreso in una breve su Il Giornale. Parte da Napoli e arriva sul Corriere della Sera il progetto La scuola adotta un monumento, con i ragazzi degli istituti superiori italiani in prima linea per lo studio e la salvaguardia delle ricchezze dei propri quartieri.

A Rimini e su La Stampa la mostra dedicata alla Commedia di Dante. Giuseppe Penone a Boboli su Sette, mentre Il Venerdì si concentra sul ritorno di Paolo Caliari nella sua Verona. L’architettura in pittura: a Como e su Libero esposte le visioni urbane di Balla, Boccioni, de Chirico…

Diversi gli spunti suggeriti da Il Sole 24Ore, che rimanda ai dossier del proprio sito web: da un lato c’è quello su Pompei, con tutte le ultime evoluzioni; dall’altro quello dedicato a Ravenna, candidata a Capitale Europea della Cultura 2019. Sul pezzo anche L’Unità, con il reportage dedicato a un’altra pretendente: Matera.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.