Inaugura Cinecittà World. Immagini e video del primo parco tematico d’Italia dedicato al cinema, al via il 24 luglio a Castel Romano

Sarà il primo parco tematico dedicato in Italia al mondo del cinema, disegnato dal pluripremiato Premio Oscar Dante Ferretti su commissione di Luigi Abete, Andrea e Diego Della valle, Aurelio e Luigi De Laurentis e la famiglia Haggiag, principali azionisti dell’impresa. Parliamo di Cinecittà World, atteso progetto di cui ora è stata fissata la data […]

Sarà il primo parco tematico dedicato in Italia al mondo del cinema, disegnato dal pluripremiato Premio Oscar Dante Ferretti su commissione di Luigi Abete, Andrea e Diego Della valle, Aurelio e Luigi De Laurentis e la famiglia Haggiag, principali azionisti dell’impresa. Parliamo di Cinecittà World, atteso progetto di cui ora è stata fissata la data di apertura per il 24 luglio 2014. 250 milioni d’investimento per la costruzione di venti attrazioni, 8 set cinematografici e 4 teatri nella zona commerciale di Castel Romano. Le stime che si fanno si aggirano attorno al migliaio di addetti ai lavori, un milione e mezzo di visitatori entro il 2016 con un conseguente fatturato sui 60 milioni di euro. E a quanto pare il progetto è appena all’inizio. Pensato con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, si svilupperà in varie fasi, per occupare complessivamente un’estensione di 150 ettari.

Per entrare a Cinecittà World lo scenografo Ferretti si è ispirato al primo grande kolossal della storia del Cinema Italiano, Cabiria, con un megatempio dedicato al Dio Moloch. C’è poi la possibilità di passare in uno scenario ispirato all’epoca del proibizionismo dove sostare per rinfocillarsi. Altro tempio quello del Dio Erawan: una caduta libera da 60 metri d’altezza nella pancia di un elefante. Per scivolare ad alta velocità tra le onde bisognerà ambientarsi nel genere Peplum tra antichi romani e veri-finti legionari. Ci sono poi montagne russe extraterrestri, fabbriche di dolcetti fantasy, fontane spettacolari in stile Las Vegas e ancora attrazioni 3D in spazi chiusi, dove gli avventori diventeranno protagonisti dei loro film preferiti grazie alle più moderne tecnologie di green screen.

Gli ospiti del parco navigheranno nello spazio alla velocità della luce, come nella migliore tradizione della fantascienza. Non poteva mancare, infine, un set western. E di chi poteva essere la colonna sonora se non di Ennio Morricone? Il parco, almeno per il primo periodo avrà prezzi sostenuti: a partire da 23 euro, con possibilità di pacchetti per le famiglie e una stagione d’apertura di 260 giorni l’anno, la più lunga d’Europa.

– Federica Polidoro

 

 

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.