Idea Finesettimana. Arte, musica, cinema: tre notti di mezza estate, a Bergamo. Dalle Silent Nights della Gamec alla Art2Night sabatina che invade la città

Tre giorni di eventi e appuntamenti creativi, a Bergamo, per questo lungo weekend di mezza estate. Da giovedì 10 a sabato 12 luglio, la Gamec – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, invita la città a una grande festa collettiva, tanto densa quanto silenziosa. Si chiama Silent Nights ed è una maratona di laboratori didattici e […]

Robert Overby

Tre giorni di eventi e appuntamenti creativi, a Bergamo, per questo lungo weekend di mezza estate. Da giovedì 10 a sabato 12 luglio, la Gamec – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, invita la città a una grande festa collettiva, tanto densa quanto silenziosa. Si chiama Silent Nights ed è una maratona di laboratori didattici e del gusto, conferenze, visite guidate gratuite alle mostre in corso, proiezioni, occasioni di incontro, concerti. Giocando con la formula dell’“impatto acustico zero”. Ed ecco, ad esempio, la Silent Disco, una discoteca muta in cui la musica passa solo attraverso le cuffie wireless consegnate ai partecipanti: ci si muove immersi in una bolla di silenzio, mentre le note mixate dai tre dj in consolle arrivano direttamente nelle orecchie di chi balla. Stesso meccanismo per Silent Cinema, che proietta dinanzi a una platea munita di cuffie il film “Memento” di Christopher Nolan, presentato alla 57a Mostra del Cinema di Venezia.

Memento_poster
Si gioca ancora coi rapporti tra suono e ambiente grazie a Massimiliano Boventi e Alessandro Pedretti, musicisti sperimentali, che al secondo piano del museo presentano una nuova tappa del progetto Radici Sonore, nato nel 2013: field recordings, manipolazioni, partiture e composizioni originali, per raggiungere un tessuto sonoro inedito da restituire all’ambiente stesso. Ancora ricerca in ambito acustico con Boris, vocal performer con un background di studi classici e jazz, sempre alla ricerca di nuove forme espressive da  sperimentare attraverso le corde vocali. Tanto spazio anche al gusto: se il Birrificio Curtense propone al pubblico le sue birre artigianali, il laboratorio di Erminia Nodari e Tullio Plebani di Art Caffè disegna un percorso attraverso la storia del caffè, la tecnologia di tostatura, i diversi tipi di lavorazione e le varie qualità dei Presidi Slow Food. E poi talk, workshop per i più piccoli e un ciclo di visite guidate alla retrospettiva di Robert Overby e alla personale di Giuseppe Stampone (“Ritratti – Bic Data Blue”), e poi alla mostra storica “Riscoprire La Carrara. Mantegna, Bellini, Raffaello e Moroni. Restauri e capolavori in dialogo”.

Giuseppe Stampone, Ritratti - Bic Data Blue, Shirin Neshat, 2014
Giuseppe Stampone, Ritratti – Bic Data Blue, Shirin Neshat, 2014

Non solo Gamec, però. Sabato 12 luglio tutta Bergamo resta sveglia, per la sua Art2Night, notte bianca dell’arte che celebra la sua prima edizione e che già guarda a EXPO 2015, con tutta l’intenzione di espandersi e di creare una sinergia con la grande kermesse milanese del prossimo anno.
Sono oltre quaranta gli eventi distribuiti tra la città alta e la città bassa: da un inedito concerto chitarristico all’interno dell’Aula Picta della Curia vescovile in Piazza Duomo, alla versione teatrale dei Promessi Sposi messa  in scena da Massimiliano Finazzer Flory nell’atrio della Biblioteca Angelo Mai; dall’esibizione in Piazza Vecchia dei Dadadang, storico e affermato gruppo di percussionisti, che vanta esibizioni in tutta Europa, al tour dell’ex monastero di Valmarina con visita guidata, letture boccaccesche e degustazioni di prodotti del territorio; dal concerto del gruppo folk Rataplam in Piazza della Cittadella, all’inaugurazione della mostra “Humana pictura – omaggio a Trento Longaretti” al Palazzo del Credito Bergamasco.

– Helga Marsala

Gamec – Galleria d’arte Moderna e Contemporanea
Via San Tomaso 53, Bergamo
www.gamec.it
www.prolocobergamo.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.