Basel Updates: Bacon, Ricther, Koons, ecco i nomi che girano anche quest’anno per Art Basel. Prime immagini dai corridoi della fiera

Le prime impressioni su una fiera d’arte, anzi sulla Fiera per eccellenza, come è e resta Art Basel, sono sempre abbastanza random: difficile in poche ore farsi e trasmettere un’idea strutturata di un evento che mette insieme qualcosa come le trecento gallerie d’arte migliori del mondo, che per l’occasione allestiscono stand da sogno, da far […]

Le prime impressioni su una fiera d’arte, anzi sulla Fiera per eccellenza, come è e resta Art Basel, sono sempre abbastanza random: difficile in poche ore farsi e trasmettere un’idea strutturata di un evento che mette insieme qualcosa come le trecento gallerie d’arte migliori del mondo, che per l’occasione allestiscono stand da sogno, da far invidia a molto musei.
Accade quest’anno ad esempio allo stand di Acquavella Gallery, che non avrebbe nulla da invidiare alla collezione del MOMA, di cui un dittico di Bacon e un giovane Ricther – li vedete sotto nella fotogallery – sono solo un assaggio. Stile eclettico per lo stand di David Zwirner, con un allestimento ottimamente curato dove tra i grandi nomi spiccano un Dolphin di Koons, una Pole dancer di Marlene Dumas e un superlativo Reinhardt in blu. Sempre interessante anche lo stand da Luhring augustine, dove a farla da padrone c’è un grande pezzo luminoso di Pipilotti Rist; e non sfigurano certo i tanti galleristi italiani: portando due dei nomi più caldi al momento sul panorama americano, come Kerstin Bretch e Wade Guyton, Gio Marconi allestisce uno stand che punta all’hype. In attesa di tornarci con maggiore attenzione, vi lasciamo ora alla prima fotogallery dalla Messe Basel…

– Ludovica Capobianco

 

 

  • Topo Gigio

    Progetti progetti progetti ma alla fine restano gli artisti artisti.