Lo Strillone: tutti vogliono l’Efebo di Mozia, su Corriere della Sera la diatriba tra l’isola e Marsala, che vorrebbe esporre la statua. E poi le sculture di Pigalle, un inedito Buñuel raccontato da Max Aub, primi rumors da Arte Fiera…

L’Efebo di Mozia torna a casa, già: ma quale? Corriere della Sera racconta la polemica tra Marsala la piccola isola al largo della costa trapanese, dove quasi cinquant’anni fa venne trovata la celebre statua, negli ultimi due anni in tournée tra Atene, Londra, Cleveland e Los Angeles. Oggi atterra in Italia, e si apre la […]

Quotidiani
Quotidiani

L’Efebo di Mozia torna a casa, già: ma quale? Corriere della Sera racconta la polemica tra Marsala la piccola isola al largo della costa trapanese, dove quasi cinquant’anni fa venne trovata la celebre statua, negli ultimi due anni in tournée tra Atene, Londra, Cleveland e Los Angeles. Oggi atterra in Italia, e si apre la partita su quale sia il luogo migliore per esporla.

Archistar: Vittorio Gregotti racconta Alvazo Siza, ancora su Corsera; La Stampa è a Roma per la mostra sui progetti di Santiago Calatrava. Anche se il pezzo portante della pagina della cultura è per il Surrealismo in scena al Centre Pompidou. Gita parigina pure per Il Fatto Quotidiano: Tomaso Montanari scopre le meraviglie dimenticate di Jean-Baptiste Pigalle.

Esce in Spagna a quarant’anni dalla morte del suo autore il monumentale Luis Buñuel, novela: finalmente in stampa il ritratto del grande regista firmato da Max Aub, letto in anteprima per l’Italia da Il Giornale. Gioca d’anticipo, invece, La Repubblica: prime anticipazioni da Arte Fiera.  

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.