Lo Strillone: Cornelius Gurlitt rivuole i “suoi” quadri, così il custode del tesoro di Hitler su La Repubblica. E poi la mappa dei tesori d’Italia secondo Vittorio Sgarbi, Urs Fischer conquista Roma, a Parigi l’autunno fa rima con fotografia…

“Amo quei quadri, li rivoglio”: così parlò Cornelius Gurlitt, che ha ereditato da papà Hildebrandt le millecinquecento opere sottratte dai nazisti ai collezionisti ebrei. Intervista esclusiva al pugnace ottuagenario su Der Spiegel, ripresa da La Repubblica. Sono a portata di tutti, invece, i capolavori proposti da Vittorio Sgarbi su Il Giornale: da Cefalù a Modena […]

Quotidiani
Quotidiani

Amo quei quadri, li rivoglio”: così parlò Cornelius Gurlitt, che ha ereditato da papà Hildebrandt le millecinquecento opere sottratte dai nazisti ai collezionisti ebrei. Intervista esclusiva al pugnace ottuagenario su Der Spiegel, ripresa da La Repubblica. Sono a portata di tutti, invece, i capolavori proposti da Vittorio Sgarbi su Il Giornale: da Cefalù a Modena ecco una mappa de I tesori d’Italia, con stralci tratti dal suo ultimo libro.

Blumenfeld, Brassaï, Salgado e Petersen: resta in clima Paris Photo la Ville Lumière, con il poker di mostre fotografiche raccontate da La Stampa. Finissage per Urs Fischer nello spazio romano di Larry Gagosian su Corriere della Sera; reportage di viaggio per Il Fatto Quotidiano, che tra le piacevolezze di Zagabria scopre una curiosità: ecco il museo degli amori infranti, che mette in mostra abiti da sposa inutilizzati e altri frammenti di rapporti finiti male…

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.