Salone Updates: HoHart, progetto globetrotter che si ferma al Fuorisalone. Sul confine tra arte, tecnologia e design

Un progetto che arriva a Milano dopo aver viaggiato per tutto il mondo. Portando cinque “art-designer” nel capoluogo lombardo. Si chiama HoHart, e nasce dall’esperienza e dall’impegno di Arnaldo e Umberto Pavesi, con l’intento di coniugare la ricerca degli artisti con il design, tra innovazione, nuovi materiali e media. In occasione del Salone del Mobile, […]

Un interno dello spazio HoHart, a Milano

Un progetto che arriva a Milano dopo aver viaggiato per tutto il mondo. Portando cinque “art-designer” nel capoluogo lombardo. Si chiama HoHart, e nasce dall’esperienza e dall’impegno di Arnaldo e Umberto Pavesi, con l’intento di coniugare la ricerca degli artisti con il design, tra innovazione, nuovi materiali e media. In occasione del Salone del Mobile, nell’ambito del Fuorisalone, HoHart presenta Operation Content, una collettiva che sotto questo titolo raccoglie – fino al 27 aprile, nello spazio di Via Guido D’Arezzo – cinque creativi che lavorano al confine tra arte, tecnologia e design.
Chi sono? I toscani Marco Ravenna ed Ettore Saccà, il veneto (residente a Berlino) Francesco Meneghini, il siciliano Mariano Leotta e il milanese Antonino Accardo. Tutti appartenenti alla generazione dei nati tra gli Anni Settanta e gli Anni Ottanta, si confrontano con il problema dell’oggetto, che diventa il perno di una disamina che indaga la relazione tra forma e contenuto, con l’intento di interagire con la realtà e, possibilmente, di comprenderla e orientarla attraverso l’arte e la progettazione.

– Santa Nastro

www.hohart.com

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #12 – Supplemento Design 2013

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.