Lo Strillone: più mercanti, meno storici dell’arte per salvare i beni culturali su Panorama. E poi Antonioni in mostra a Ferrara, l’ArcVision Prize alla Juaçaba, Facebook censura i nudi del Jeu de Paume…

Ai beni culturali fanno meglio i mercanti che gli storici dell’arte: così a Panorama Fabrizio Moretti, antiquario nel board di TEFAF e Frieze Masters. Sul futuro dell’arte anche Sette, che intervista Paolo Baratta: cultura e università si lamentano per i pochi fondi? Beh… imparino ad innovare! Il Venerdì a Padova per la mostra sul tempo di […]

Quotidiani
Quotidiani

Ai beni culturali fanno meglio i mercanti che gli storici dell’arte: così a Panorama Fabrizio Moretti, antiquario nel board di TEFAF e Frieze Masters. Sul futuro dell’arte anche Sette, che intervista Paolo Baratta: cultura e università si lamentano per i pochi fondi? Beh… imparino ad innovare!

Il Venerdì a Padova per la mostra sul tempo di Bembo; nella lenzuolata degli Eventi promossi a mezzo Corriere della Sera spazio alla retrospettiva che omaggia, a Ferrara, Michelangelo Antonioni. Appuntamenti romani per La Repubblica, al Vittoriano per la grande mostra su Cubismo e dintorni; Italia Oggi vola a Parigi: il governo peruviano chiede la restituzione di decine di pezzi di arte precolombiana della collezione Barbier-Mueller, prossimamente all’asta.

Libero festeggia il mezzo secolo di Eva Kant: l’eroina in mostra a Cartoomics, fiera dei fumetti di Rho; su Il Giornale parola a Carla Juaçaba, fresca vincitrice dell’ArcVisione Prize: il nobel dell’architettura al femminile lanciato da Italcementi. Il Fatto Quotidiano contro Facebook, che censura i post – considerati osé – del Museo Jeu de Paume. Il nudo in arte non smette di intrigare.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.