Fuga da Amsterdam. Motive Gallery non ce la fa più e scappa a Bruxelles. Il panorama galleristico europeo è alla vigilia di un epocale riassestamento?

Galleria di buoni nomi e buona impostazione. Una di quelle gallerie che fa le fiere “giuste” (Sunday, Fiac, ArtBasel…), Motive scappa da Amsterdam. E potrebbe non essere la prima a farlo. La personale di Lonnie van Brummelen & Siebren de Haan sarà l’ultima nello spazio di Amsterdam: con una festa di screening e musica il […]

La mostra di Lonnie van Brummelen & Siebren de Haan, alla Motive Gallery

Galleria di buoni nomi e buona impostazione. Una di quelle gallerie che fa le fiere “giuste” (Sunday, Fiac, ArtBasel…), Motive scappa da Amsterdam. E potrebbe non essere la prima a farlo. La personale di Lonnie van Brummelen & Siebren de Haan sarà l’ultima nello spazio di Amsterdam: con una festa di screening e musica il 29 giugno Motive Gallery annuncerà il suo addio alla capitale dei Paesi Bassi, paese sfiancato dai tagli e umiliato da un governo che non sembra minimamente interessato a salvaguardare quanto costruito nel mondo della cultura negli ultimi decenni.
Dove si trasferirà Motive? A Bruxelles, perché la capitale europea risulta sempre di più meta attrattiva per mercanti e collezionisti, perché sta a due ore di treno da Parigi e a tre da Londra e perché molti ricconi, specie francesi, hanno iniziato negli anni scorsi a trasferirvisi e oggi, con il nuovo governo d’oltralpe deciso a non essere tenero con i benestanti, potrebbero farlo ancora di più.
Motive sarà l’unica galleria a compiere il percorso Amsterdam-Bruxelles dopo aver constatato l’impossibilità di sopravvivere in patria (le vendite sono in crollo libero)? E altre gallerie di altri paesi dove, ugualmente, le vendite sono in deciso calo – l’Italia, per dire – faranno nei prossimi mesi lo stesso? L’Europa subirà una concentrazione delle gallerie solo in alcune città (Londra, Bruxelles, magari Berlino) con un graduale abbandono di alcuni paesi in crisi (Paesi Bassi, Italia, Spagna…)?

www.motivegallery.nl