Cinquantacinque combattenti per il futuro. Ad arruolarli è 55DSL, che agli studenti della NABA chiede di affrontare la fine del mondo

55DSL, giovane spin off di Diesel tutta orientata alla street culture, si mette in gioco con un nuovo progetto di comunicazione, concepito nel segno della creatività. Musica, graphic design, arte visiva e urban life continuano a connotare le strategie di promozione e sviluppo attuate dall’azienda di Andrea Rosso. A breve distanza dal lancio di Kids […]

Fiftyfive Fights for the Future - conferenza di presentazione alla NABA

55DSL, giovane spin off di Diesel tutta orientata alla street culture, si mette in gioco con un nuovo progetto di comunicazione, concepito nel segno della creatività. Musica, graphic design, arte visiva e urban life continuano a connotare le strategie di promozione e sviluppo attuate dall’azienda di Andrea Rosso.
A breve distanza dal lancio di Kids in Italia, ecco adesso Fiftyfive Fights for the Future, progetto didattico realizzato in collaborazione con la NABA di Milano. L’anno accademico si apre con questa ghiotta proposta rivolta agli studenti dei dipartimenti di Sound, Graphic Design & Communication, Arti Visive e Scenografia: a loro si chiede di riunirsi in gruppi multidisciplinari, con l’obiettivo di realizzare proposte creative su un tema decisamente bizzarro. 20.12.2012: la data cruciale. La fine del mondo è vicina? Cosa accadrà nel fatidico giorno? Chi o che cosa distruggerà il pianeta? Un asteroide, un conflitto nucleare, un’inversione dei poli magnetici terrestri? Catastrofismo ecologico, fantascienza, credenze popolari e antiche profezie si mescolano in questo miraggio collettivo, ennesima ipotesi per un mirabolante last day.

Coinvolti in un effettivo meccanismo di scambio e collaborazione, gli studenti sono i creativi (agguerriti “combattenti per il futuro”), mentre 55DSL gioca il ruolo del “cliente”, la NABA è “l’agenzia multimediale” a cui si rivolge il brand e i corsi coinvolti sono i “dipartimenti” dell’agenzia stessa.
Previsti anche una serie di incontri tra cliente e progettisti, durante appositi laboratori per il monitoraggio di tutti i work in progress. Sarà naturalmente 55DSL a selezionare, a fine anno, il miglior fight-group. Il premio? La realizzazione del progetto vincente, l’idea più brillante per sfidare la prossima fine del mondo.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • hm

    e lo speculatore giacobbo non l’hanno invitato?

  • SAVINO MARSEGLIA (VIRUS)

    Nascono così i nuovi partigiani del sound graphic design comunication …
    Si tratta della terza generazione elettronica di giovani della quarta età che andrà, virtualmente in pensione alla bella età di 120 anni..

  • Pingback: Abnegazioni da videomaking « Vecchia Moleskine()