Illy, Coca-Cola e la Grande Mela. Alla School of Visual Arts il concorso AuthentiCity by illy issimo

Il progetto è nato nel 2010 con l’obiettivo di indagare “la città, i nuovi stili di vita nel contesto urbano, le nuove dinamiche sociali e di interazione con la città”. Ed anche – la città – contesto di riferimento di illy issimo, linea di bevande frutto della collaborazione tra illycaffè e Coca-Cola – anche quest’anno […]

Una foto di Jessica Miller (©Jessica Miller)

Il progetto è nato nel 2010 con l’obiettivo di indagare “la città, i nuovi stili di vita nel contesto urbano, le nuove dinamiche sociali e di interazione con la città”. Ed anche – la città – contesto di riferimento di illy issimo, linea di bevande frutto della collaborazione tra illycaffè e Coca-Cola – anche quest’anno offerte a tutti i visitatori della vernice della Biennale di Venezia – che promuove il concorso fotografico AuthentiCity, che annuncia ora il nome del vincitore della sua seconda edizione.
Un concorso ideato in collaborazione con la School of Visual Arts di New York, e rivolto a giovani artisti internazionali studenti o ex allievi usciti dalla stessa SVA, e che quest’anno si sono trovati ad affrontare il tema Discovering new urban lifestyles. Tra le oltre duecento candidature sono stati selezionati i nomi di tre finalisti, vincitori di un riconoscimento in denaro di 3mila dollari: alla tornata finale Jessica Miller si è portata a casa i 10mila dollari del primo premio, superando la concorrenza di Phil Kline e David Rapoport.
La giuria era costituita da rappresentanti di Ilko Coffee International – la Joint Venture tra illycaffè e Coca-Cola che produce illy issimo -, illycaffè, SVA e da Elisabeth Biondi, visuals editor del magazine The New Yorker. La Miller si è imposta con l’opera Facade, in cui “usa il corpo umano, ritratto senza volto, come estensione delle strutture che compongono la città”.

www.illyissimo.com