Un luogo abbandonato che riprende vita attraverso l’arte. È l’ex Albergo Diurno di Bergamo, la suggestiva location scelta quest’anno dalla manifestazione Contemporary Locus per ospitare le opere di Kader Attia (Seine-Saint-Denise, 1970) e Alvin Curran (Providence, 1938). La mostra, curata da Paola Tognon e aperta fino al prossimo 23 luglio, prende ispirazione dall’incredibile struttura che la ospita: un ambiente circolare sotterraneo di 1200 metri quadri, a cui si accede attraverso una scalinata. Inizialmente pensato come rifugio antiaereo, l’edificio fu poi convertito in Albergo Diurno dal 1949 al 1978, con funzioni igienico-sanitarie, commerciali e ricreative.

UNA PERFORMANCE PER VASCA DA BAGNO E ORCHESTRA

In questo video, che documenta efficacemente il progetto, possiamo vedere degli spezzoni della performance che Alvin Curran ha messo in scena il 19 maggio in occasione dell’opening della mostra: un intenso e surreale Concerto per vasca da bagno e orchestra eseguito da musicisti e strumenti – tra cui anche un biliardo – con la collaborazione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Gaetano Donizetti. La performance si è poi trasformata in una partitura a più voci che abita l’ex Albergo Diurno per tutta la durata della mostra.
Accanto al lavoro sonoro di Curran, la polifonia visiva di Kader Attia, che presenta una grande scultura che rimanda a La Colonie (spazio di confronto teorico e artistico aperto a Parigi dall’artista), l’installazione slide show The Repair e la proiezione del film Reflecting Memory con cui l’artista ha vinto l’ultimo Prix Duchamp.

www.contemporarylocus.it

Evento correlato
Nome eventoContemporary Locus 12
Vernissage19/05/2017 ore 19
Duratadal 19/05/2017 al 23/07/2017
AutoriKader Attia, Alvin Curran
CuratorePaola Tognon
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoEX ALBERGO DIURNO
IndirizzoPiazza Vittorio Veneto, 13 - Bergamo - Lombardia
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.