Apparizione e scomparsa. Appaiono un uomo e una donna, tra i cieli di Milano: i tetti come palcoscenico, le nuvole come quinte e lo skyline metropolitano ad abbracciarli. Appaiono, per il breve tempo di una mostra in galleria, e poi svaniscono, per ricollocarsi altrove e reinventarsi. Agostino Iacurci ha scelto di restituire alla città due porzioni di cielo, solitamente sottratte da grandi manifesti pubblicitari. E qui ha realizzato, nel suo inconfondibile stile grafico, due soggetti in orizzontale, leggeri e impalpabili, a muoversi nell’aria. Un dittico gigantesco, separato da metri cubi di spazio urbano, per due punti strategici: Piazzale Loreto e Piazzale Cadorna.

L’occasione era la personale inaugurata da Patricia Armocida lo scorso 21 aprile. Così, “Appearance and Disappearence”, immagine fantastica e ludica, dipinta nell’azzurro di una primavera meneghina, ha regalato una breve strofa poetica ai passanti. Una storia d’immaginazione, di distanze e di sintonie, di visioni e sparizioni, da prolungare nel tempo: “Non so se quest’uomo e questa donna si incontreranno mai. Quello che mi interessa è che continuino a cercarsi”.

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.