Le molteplici versioni del gioiello d’autore. In mostra da Secondome a Roma

Secondome, Roma – fino al 5 febbraio 2015. Gioielli contemporanei di giovani designer e una nota di Anni Settanta con i pezzi firmati dagli architetti di Superstudio. In una mostra a un passo dal ponte del Mattatoio a Testaccio.

Boleana 1 - Paula Studio
Boleana 1 - Paula Studio

Designer’s joy è una esposizione collettiva di gioielli disegnati da venti designer presentata da Secondome, galleria di design e brand, che ne cura anche la realizzazione. I monili presentati sono eterogenei per disegno, materiali e tecniche di esecuzione. Troviamo bracciali in resina realizzati in stampa 3D di Selvaggia Armani per Bijouets; anelli in oro tagliati a laser prodotti in una serie di cento esemplari unici; collier in silicone di Massimiliano Adami ispirati alle collane Masai; le collane e l’anello in alluminio che Rui yin Lin da Singapore ha disegnato per la sua tesi di laurea; cavi elettrici degli Anni Sessanta trasformati da Giò Tirotto in anelli; orecchini e ciondoli in metallo e fibra intrecciata secondo una tecnica ruandese; la collana in carbonio di Paula Studio che si incastra perfettamente alla sua scatola magnetica diventando un tutt’uno con essa… Ogni designer esprime la propria concezione di ornamento in un mix di artigianato, tecnologia e tecniche sperimentali dando vita non solo a gioielli ma a veri e propri oggetti d’arte.

Barbara Di Tanna

Roma // fino al 5 febbraio 2015
Designer’s joy
a cura di Domitilla Dardi
SECONDOME
Via Giovanni da Castel Bolognese 81
06 87728650
[email protected]
www.secondome.biz

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/40993/designers-joy/

CONDIVIDI
Barbara Di Tanna
Sono un architetto, mi occupo di progettazione architettonica e interior design. In passato ho lavorato nell'ambito del restauro architettonico ed archeologico. Ho sempre dipinto, disegnato, creato. Adoro lavorare con le mani e mi interessa l'arte in tutte le sue forme. Quasi per caso mi sono avvicinata al mondo del contemporaneo, territorio che sto esplorando con vivo interesse e curiosità, ricercando punti di incontro tra la mia professione e questa nuova passione.