Andy, i Velvet e Lou Reed

Ono Arte, Bologna – fino al 28 febbraio 2014. Highlight su Steve Shapiro, per la prima volta in Italia. Per commemorare Lou Reed e i “suoi” Velvet Underground.

Steve Schapiro - Lou Reed & The Velvet Underground - veduta della mostra presso Ono Arte Contemporanea, Bologna 2014

Gli spazi di Ono Arte si aprono all’esposizione di tredici scatti di Steve Schapiro (New York, 1934), fotografo americano autore di alcune fra le immagini-icone più frequenti nell’immaginario collettivo: da Andy Warhol al popolo della Factory, Martin Luther King Jr, i Velvet Underground, divi del cinema come Sofia Loren, Marcello Mastroianni, fino a Mohammed Alì. Schapiro inoltre è stato fotografo di scena di vari film, tra cui Taxi Driver (1976) e Il Padrino – Parte Terza (1971). Le foto esposte ripropongono un giovanissimo Lou Reed, i Velvet Underground insieme a Nico e Andy Warhol. Una ricerca tra musica e arte, ad arricchire in maniera originale il palinsesto culturale bolognese, portando questi scatti inediti per la prima volta in Italia.
Fino al 28 febbraio, oltre a Schapiro, in mostra da Ono anche Adam Ritchie, Lisa Law e Anton Perich. E nella gallery fotografica trovate pure alcune immagini dell’opening, contraddistinto come sempre dall’ottima risposta di pubblico, complice il vernissage durante le giornate di Artefiera.

Federica Patti

Bologna // fino al 28 febbraio 2014
Steve Schapiro – Lou Reed & The Velvet Underground
ONO ARTE CONTEMPORANEA
Via Santa Margherita 10
051 262465
[email protected]
www.onoarte.com 

CONDIVIDI
Federica Patti
Federica Patti (Bologna, 1983) è curatrice che vive e lavora a Bologna. La sua ricerca si concentra sulle arti multimediali, su progetti interattivi e partecipativi e sulla scoperta di giovani artisti emergenti. È uno dei membri fondatori di roBOt, festival internazionale dedicato alle arti digitali e alla musica elettronica. Dal 2010 gestisce a Bologna SPAZIOBARNUM, uno spazio non profit dedicato alla presentazione e allo sviluppo di tutti questi argomenti di ricerca. Nel 2012 è entrata a far parte de LaRete Art Projects; ha lavorato come project manager per "Aelia Media" di Pablo Helguera. Ha partecipato alla realizzazione della mostra video “The Eye of the Collector”. Insieme a Julia Draganović ha curato “Funding for Isola”, quarta tappa della serie "Click o Clash? Strategie di collaborazione".