Amsterdam: al via i lavori per il complesso multifunzionale Valley di MVRDV

Lo studio di architettura ha annunciato l’apertura del cantiere per il vasto intervento a uso misto che sorgerà nella capitale olandese. Fondamentale il contributo dell’architetto paesaggista Piet Oudolf, già autore del progetto del verde della High Line newyorkese.

Valley Project by MDVRD. Image © MVRDV

Obiettivo estate 2021 per la conclusione dei lavori relativi alla costruzione di Valley, l’edificio a uso misto di 75.000 mq progettato da MVRDV per il business district Zuidas, ad Amsterdam, da anni al centro di un articolato piano di sviluppo promosso dall’amministrazione locale. Proprio la municipalità della capitale olandese, con il committente OVG Real Estate, aveva selezionato nel 2015 il grande studio di architettura, fondato a Rotterdam nel 1993 da Winy Maas, Jacob van Rijs e Nathalie de Vries, come vincitore del concorso internazionale indetto “per incrementare la vivibilità” del quartiere olandese. Nel corso dell’ultimo ventennio, l’area di Zuidas si è imposta come epicentro economico dei Paesi Bassi e numerose aziende che hanno scelto di fissare qui la propria sede; in questo processo a ricoprire un ruolo marginale, almeno fin qui, era stato in particolare l’aspetto residenziale. In Valley convivranno abitazioni, attività commerciali, servizi, uffici, uno sky-bar aperto a turisti e residenti; l’identità del complesso, oltre agli aspetti volumetrici, sarà definita dalla successione di balconi sui quali saranno collocate presenze vegetali di diverse dimensioni. “Ci saranno molte terrazze, sia private che pubbliche, piene di persone, fiori, piante e posti a sedere all’aperto”, ha preannunciato Winy Maas, co-fondatore di MVRDV.

Valley Project by MDVRD. Image © MVRDV
Valley Project by MDVRD. Image © MVRDV

DA AMSTERDAM A EINDHOVEN, PASSANDO PER LA COREA DEL SUD

Il progetto paesaggistico porta la firma di un nome di punta del settore: niente meno che l’olandese Piet Oudolf, noto, tra gli altri interventi, per aver collaborato con Diller Scofidio + Renfro nella riconversione della High Line, a New York. L’abbondanza degli spazi esterni e delle aree verdi sarà uno degli aspetti distintivi di Valley: una volta ultimato il complesso disporrà di 196 appartamenti, sette piani destinati a uffici, un parcheggio sotterraneo di tre livelli, con 375 posti auto, e varie strutture sia commerciali, sia culturali. Dal piano stradale, un percorso ascensionale si snoderà tra gli spazi destinati alla vendita, convogliando gli utenti verso le terrazze e i giardini in copertura. Per Valley, Oudolf si è concentrato su specie botaniche in grado di assicurare su un aspetto verdeggiante durante tutto l’anno.

RIQUALIFICAZIONE URBANA A EINDHOVEN

A luglio 2017, inoltre, lo studio MVRDV, in team con SDK Vastgoed (VolkerWessels), si era aggiudicato il concorso per la riqualificazione della zona urbana intorno a Deken van Someren Street, a Eindhoven. In quel caso, l’intervento denominato Nieuw Bergen porterà alla nascita di residenze di alta qualità, in un’ottica di sostenibilità e innovazione. Nella città in cui è stato fondato il colosso del settore elettronico Philips, il nuovo intervento sarà reso riconoscibile da volumi puri coronati da tetti inclinati, sui quali verranno installati pannelli solari e coperture vegetali. Oltre i confini olandesi, proprio quest’anno MVRDV ha intanto portato a termine il progetto di rigenerazione di una sopraelevata dismessa a Seoul. Visitata da più di due milioni di persone nel primo mese di apertura al pubblico, la “passeggiata botanica” della capitale sudcoreana è attualmente in lizza, nella categoria “Park/Public Space”, per l’edizione 2017 dei Surface Travel Awards. I risultati saranno decretati a ottobre.

– Valentina Silvestrini

CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Architetto con specializzazione in allestimento e museografia, si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha intrapreso il proprio percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi.​ ​È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007); ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). All’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e alla direzione lavori, recandosi in centri espositivi ​in Giappone, Russia e Germania. ​Ha curato il coordinamento eventi e ​la​​​ comunicazione​ della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011)​.​ ​​​​​Ha scritto e scrive per ​Abitare, ​abitare.it, ​domusweb.it, ​Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa e Cosebelle Magazine, di cui è caporedattrice design.​ ​Dal 2012 collabora con Artribune​.​