Prendi Parte!, al via il bando del Ministero per promuovere la cultura nelle periferie urbane

Il Ministero dei Beni Culturali lancia un bando indirizzato a istituzioni culturali impegnate nello sviluppo e nella riqualificazione delle periferie urbane. I fondi messi a disposizione ammontano a 600mila euro, e per partecipare c’è tempo fino al 30 aprile 2018.

La sede MiBACT in via del Collegio Romano
La sede MiBACT in via del Collegio Romano

Se in queste settimane l’Italia è in attesa di conoscere cosa accadrà e se e come si farà il prossimo governo, il Ministero dei Beni Culturali sotto l’ispirata egida di Dario Franceschini continua a promuovere iniziative per valorizzare e sostenere la creatività e l’impegno di chi opera nel mondo dell’arte e della cultura. Solo negli ultimi giorni vi abbiamo parlato della terza tranche di Italian Council, il bando lanciato dalla DGAAP – Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei Beni Culturali per sostenere l’arte contemporanea all’estero e destinato a finanziare progetti promossi da musei, fondazioni ed enti pubblici e privati non profit. Adesso la DGAAP si fa nuovamente promotrice di un nuovo bando, Prendi Parte! Agire e pensare creativo, iniziativa volta al finanziamento di progetti culturali per la realizzazione di attività creative nelle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale. Il bando è rivolto a istituzioni culturali pubbliche e private dedicate alla creatività contemporanea e situate nelle periferie urbane, invitate a presentare progetti finalizzati al coinvolgimento di giovani di età compresa tra 18 e 29 anni, al fine di stimolare la coesione sociale.

GIOVANI E PERIFERIE

La DGAAP – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane è l’ufficio del Ministero dedicato alla contemporaneità. Il suo compito principale è di promuovere e incentivare l’arte e l’architettura contemporanee, a cui si aggiunge la mission di avviare processi di riqualificazione delle periferie urbane. “Con Prendi Parte! Agire e pensare creativo la DGAAP conferma il proprio impegno per favorire l’accesso alla cultura anche a chi ha meno opportunità e vive nei territori periferici, o comunque caratterizzati da marginalità, e per contribuire alla crescita culturale del Paese”, spiega il Direttore Generale Federica Galloni. “Dopo programmi quali ‘Arte alla Luce’ e ‘Scuola: Spazio Aperto alla Cultura’, continuiamo a investire sull’energia creativa dei giovani, offrendo loro la possibilità di sviluppare le proprie potenzialità per trovare un’occupazione in un mercato che apprezza la creatività e la capacità di innovazione”.

IL BANDO: COME PARTECIPARE E RISORSE DISPONIBILI

Il bando è rivolto a istituzioni culturali pubbliche e private, senza scopo di lucro, dedicate alla creatività contemporanea e situate nelle periferie urbane. Le proposte, che dovranno essere presentate in partenariato con almeno un ente del Terzo settore, dovranno riguardare progetti finalizzati a coinvolgere in modo significativo giovani di età compresa tra 18 e 29 anni – con particolare preferenza per i giovani in condizione NEET (che non studiano e non lavorano) – al fine di stimolare la coesione sociale con una programmazione articolata di attività in un arco di tempo di almeno 6 mesi, concepite a partire dalle esigenze del contesto territoriale, dalle sue criticità e dalle opportunità rilevate. Le proposte culturali presentate possono prevedere percorsi di avvicinamento alla creatività contemporanea, nell’ambito delle arti visive e performative, della fotografia, del video, delle arti applicate, della manifattura digitale o dell’innovazione tecnologica; progetti che coinvolgano artisti e designer che lavorano nell’ambito dell’arte relazionale; progetti espositivi. Le risorse impegnate dalla DGAAP ammontano a 600mila euro, per un massimo di 60mila euro per ogni progetto, e comunque per una copertura non superiore all’80% del budget totale. Per partecipare al bando è necessario registrarsi al sito www.aap.beniculturali.it/prendiparte/; dopo aver effettuato la registrazione, si potrà procedere alla compilazione della domanda, comprensiva della documentazione richiesta, entro e non oltre le ore 12:00 del 30 aprile 2018. A questo link è possibile visionale e scaricare il bando.

– Desirée Maida

www.aap.beniculturali.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.