Che cosa ci fa un “mostro” a Milano durate i Brera Design Days? È il titolo del festival di comunicazione visiva e arti grafiche curato da Marco Sammicheli. Al quale abbiamo rivolto una serie di domande per saperne di più.
Si è appena conclusa la terza edizione della Bologna Design Week, la manifestazione internazionale organizzata nel centro storico in occasione del Cersaie, il Salone della ceramica e l’arredobagno a BolognaFiere. Tra le iniziative più significative, la mostra sull’imprenditore bolognese Dino Gavina.
Camp Design Gallery, Milano ‒ fino al 24 novembre 2017. Quattro designer e quattro avvicinamenti lirici alla rivisitazione di oggetti quotidiani. Per il secondo anno consecutivo la galleria milanese presenta una selezione di pezzi di design contemporaneo da collezione. Gli autori sono Matteo Pellegrino, Marcantonio Raimondi Malerba, Studio La Cube e Lukas Wegwerth.
Nell’ambito dell’87esima edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, è in corso ad Alba una mostra promossa dalla storica azienda Alessi che raccoglie i prototipi di affettatartufi realizzati da designer di fama internazionale
Due format caratterizzano la design week viennese fin dai suoi esordi: Passionwege e Stadtarbeit, che ogni anno presentano nuove creazioni in collaborazione con prestigiose manifatture viennesi e altrettanti progetti realizzati per la città. Ecco le novità di questa edizione.
A Milano, nel quartiere storico centrale di Brera, torna dal 6 al 12 ottobre un assaggio autunnale di design contemporaneo. A partire dall’edificio della Fondazione Feltrinelli, si attiveranno, in soli 7 giorni, oltre 60 appuntamenti, fra eventi, workshop e incontri, disseminati in 20 location, condensati in 9 mostre e patrocinati da oltre 100 ospiti d’eccezione.
Design of the City: questo il concept scelto per la design week torinese organizzata in occasione della General Assembly di World Design Organization: una settimana di eventi, meeting, workshop, esposizioni e tour organizzati nei luoghi strategici della città.
Può il graphic design farsi ambasciatore silenzioso di uno stato che per ora non esiste se non nella volontà del suo fondatore? Dall’ISIA di Urbino, il progetto di un giovane grafico punta a dare dignità di nazione all’autoproclamata (e disabitata) Repubblica di Liberland.
Sta per compiere undici anni e cosa fa? Raddoppia! Due di tutto, per l’edizione 2017 della Design Week viennese: due sedi per quartier generale, due centri di contatto e info point, e gli appuntamenti non si contano nemmeno. Insomma, è esuberante più che mai. Ma come è nata, come si è sviluppata e di cosa si occupa veramente? Per saperlo lo abbiamo chiesto a Lilli Hollein, la fondatrice e da sempre direttrice della Vienna Design Week.
Si è svolta oggi, 28 settembre 2017, nell’Aula Magna dell’ISIA di Faenza, la cerimonia di premiazione dei vincitori del “Premio Nazionale delle Arti 2017 – Sezione design”. Ecco i progetti.
Un designer, un’ambasciata, una nuova collezione tablewear. Questi i protagonisti di un’operazione che vuole avvicinare due mondi solitamente lontani tra di loro, la diplomazia e il design.
Un itinerario alla scoperta dell'Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, meglio noto con l’acronimo ISIA. Un’istituzione dedicata al disegno industriale presente a Roma, Firenze, Faenza e Urbino. Un’eccellenza, poco conosciuta, presente sul nostro territorio fin dal 1922.

I PIÙ LETTI