Il quartiere della metropoli cinese si sta facendo conoscere in tutto il mondo grazie all’importante ruolo giocato durante la design week di Shanghai. Fra tradizione e nuovi input.
Il Design District di Miami si arricchisce di due nuovi store di super lusso. La guerra a colpi di moda veste il made in Italy. Sono Prada e Gucci i protagonisti che aprono nella settimana di Art Basel Miami Beach a pochi metri di distanza.
Con uno store disegnato dallo studio di Zaha Hadid nel nuovo distretto dello shopping di CityLife, il brand pioniere del design democratico torna nel nostro paese dopo quindici anni di assenza. Nel mirino c’è la design week 2018.
Le immagini da Design Miami, con una edizione, dal 1 al 6 dicembre, in una location scomoda ma che vale la pena di visitare. Ecco le novità, dall'opening riservato a Miami Beach.
Galleria Antonia Jannone, Milano ‒ fino al 12 gennaio 2018. L’architetto ferrarese presenta disegni su carta e sculture inedite che riportano in galleria una sintesi di temi a lui estremamente cari quali la natura, il tempo della raccolta e l’istinto di preservazione. In attesa che le cataste di legno non rappresentino solo un ostacolo alla visione del paesaggio.
I camionisti sono destinati a sparire, sostituiti da trucks che si guidano da soli. Ma se succedesse pure ai designer?
Un grande evento dedicato al contract, il ritorno di alcune iniziative di successo ad alto tenore di innovazione, un pizzico di food…è la ricetta per il Lambrate Design District del dopo-Ventura Lambrate, che non ci sta ad essere dato per morto. Tra i protagonisti c’è l’architetto Simone Micheli.
Inaugurerà il prossimo 7 dicembre nel capoluogo lombardo una mostra che immergerà adulti e bambini all’interno di una città costruita con i noti mattoncini assemblabili. Una metropoli abitata da 6 mila personaggi, tra cui Batman, Wonder Woman, Sean Connery e Harrison Ford
ADAM – Brussels Design Museum ‒ fino al 29 gennaio 2018. Alcuni tra i più grandi designer contemporanei rivisitano un oggetto senza tempo disegnato cinquant’anni fa da Anna Castelli Ferrieri.
Ha fondato la prima sede dello IED a Milano nel 1966, all’età di 24 anni, intuendo l’importanza di creare una scuola che formasse i designer coniugando teoria e pragmatismo. Nell’arco di 50 anni, l’istituto ha aperto altre 10 sedi in Italia e nel mondo, esportando anche all’estero la vision del suo fondatore
Nuove tecniche di fabbricazione e artigianato artistico si dividono la scena nella tredicesima edizione della rassegna dedicata agli oggetti di design da collezione, al via il 6 dicembre con il programma Design Curio più nutrito di sempre e una serie di installazioni monumentali. Grande attesa per due coppie di fratelli, i Bouroullec e gli Starn.
La versione su due ruote della storica competizione, ideata oltre cent’anni fa da Vincenzo Florio, è tornata sul vecchio circuito madonita della provincia di Palermo. Un’edizione accompagnata da varie iniziative culturali, inclusa una mostra con rarità futuriste. E domani? La Regione Siciliana di Nello Musumeci raccolga la sfida: il rilancio del marchio Florio è possibile. E i privati pronti a investire ci sono.

I PIÙ LETTI