Natale 2014 a Berlino. Sei mostre da non perdere

Se i vari (troppi) mercatini di Natale e la neve che tarda ad arrivare vi potrebbero deludere, l’offerta culturale della capitale tedesca vi risolleverà il morale. Molte sono infatti le mostre e le iniziative culturali degne di nota nel periodo di dicembre/gennaio, pere chi decide di trattenersi all’inizio del nuovo anno. Di seguito vi segnaliamo le più interessanti (dando per scontata una visita ai KunstWerke, il museo d’arte contemporanea in Auguststrasse). E qualche chicca da non perdere.

Amerika Haus, Berlino - photo David von Becker

La C/O Berlin ha inaugurato lo scorso 30 novembre la sua nuova sede presso l’Amerika Haus (vi l’abbiamo raccontato in presa diretta). Attualmente presenta quattro mostre ma quella che vi farà rimanere senza parole è Magnum. Contact Sheets che, attraverso alcuni degli scatti più celebri nella storia della fotografia, indaga le tecniche e il metodo di lavoro di fotografi quali Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Leonard Freed, Thomas Hoepker, Inge Morath, René Burri, Eve Arnold, Josef Koudelka, Gilles Peress e Alec Soth.
Per un sabato in famiglia, il 3 gennaio l’appuntamento è in uno dei principali centri d’arte contemporanea della capitale, per esplorare la propria creatività con un workshop nel contesto della mostra Haus-Rucker-Co. Architectural Utopia Reloaded. La mostra ripercorre i passi del collettivo di artisti e architetti dei tardi Anni Sessanta e permette allo spettatore di immergersi in un mondo in cui il design e l’architettura sono esuberanti, colorati ed estremamente sexy.
L’Hamburger Banhof sorge sull’ex stazione ferroviaria del 1847. Completamente rinnovato e tirato a lucido, presenta – oltre alle collezioni permanenti, che includono una vasta collezione di lavori spaziando da Beuys a Rauschenberg, da Lichtenstein a WarholParergon di Mariana Castillo Deball e Serious Games di Harun Farocki. Vale la pena soffermarsi sul lavoro di Farocki, che indaga l’uso delle computer game technologies nell’addestramento dei soldati americani. I suoi film rapiscono, e lasciano sgomenti e increduli allo stesso tempo. Imponendo una riflessione sulla contemporaneità alla quale non possiamo sfuggire.

Galleria Johann Koenig, Berlino
Galleria Johann Koenig, Berlino

Tra i più popolari luoghi d’arte, a due passi dall’isola dei musei e nel celeberrimo quartiere Mitte, Contemporary Fine Arts presenta un programma che spazia da fresche novità a celebrità dell’international art scene. Il 6 gennaio – per chi si trattiene fino all’Epifania – presenta You’re just too good to be true, una collettiva organizzata da Tal R e Juergen Teller. Autocenter è uno spazio indipendente che quest’anno festeggia il suo 13esimo anniversario. Fondato nel 2001 da Maik Schierloh e Joep van Liefland come spazio non profit, ad oggi presenta alcune delle mostre d’arte contemporanea più interessanti di Berlino. Il 9 gennaio riaprirà con In light we see II di Claus Rasmussen. E ancora: la galleria di Johann Königsi trova fra la Neue Nationalgalerie e il gallery district in Kochstrasse, un perfetto pit-stop tra le due realtà. Il white cube tratta alcuni degli artisti contemporanei più interessanti a livello internazionale e inaugura un doppio appuntamento il 16 gennaio con Justin Matherly e Paul Czerlitzki.

Brandt Brauer Frick Ensemble
Brandt Brauer Frick Ensemble

Mostre a parte, per quanto riguarda lo street food, il design e jam sessions, il luogo più cool di Berlino è la Neue Heimat. Nel periodo di Natale la serie di appuntamenti che rientrano nel programma della Holy Heimat include pattinaggio sul ghiaccio, live music e un concerto il 30 dicembre con il Brandt Brauer Frick Ensemble: musica techno con strumenti classici, in un piacevole ossimoro per una serata alternativa.

Laura Casarsa

Berlino // fino al 16 gennaio 2015
Magnum. Contact Sheets
C/O BERLIN
Hardenbergstrasse 22–24
+49 (0)30 2844416-0
[email protected]
www.co-berlin.org

Berlino // fino al 22 febbraio 2015
Haus-Rucker-Co – Architectural utopia reloaded
a cura di Günter Zamp Kelp e Katja Blomberg con Ludwig Engel
HAUS AM WALDSEE
Argentinische Allee 30
www.hausamwaldsee.de

Berlino // fino al 18 gennaio 2015
Harun Farocki – Serious Games
a cura di Henriette Huldisch
HAMBURGER BAHNHOF
Invalidenstrasse 50-51
www.smb.museum

Berlino // dal 7 al 31 gennaio 2015
You’re just too good to be true
a cura di Tal R e Juergen Teller
CONTEMPORARY FINE ARTS
Am Kupfergraben 10
www.cfa-berlin.de

Berlino // dal 9 al 24 gennaio 2015
Claus Rasmussen – In light we see II
AUTOCENTER
Leipziger Strasse 56
www.autocenterart.de

Berlino // dal 16 gennaio  2015
Justin Matherly / Paul Czerlitzki
JOHANN KÖNIG
Dessauer Strasse 6-7
www.johannkoenig.de

  • Anche l’accoppiata Philippe Parreno da Esther Schipper e Ed Atkins dalla vicinissima Isabella Bortolozzi mi sembra più che consigliabile. Fino a metà gennaio. Buon anno nuovo a tutti.