Nuova fiera in Spagna nei giorni di ARCO. Ecco come sarà Drawing Room Madrid: con Mónica Álvarez Careaga per direttore e Simona Gavioli di SetUp per commissario

Print pagePDF pageEmail page

madrid

S’ispira alla newyorkese Art on Paper – al debutto l’anno scorso a Manhattan – e alla parigina Drawing Now – già alla 10ma edizione – la nuova fiera Drawing Room Madrid, anche lei specializzata nel disegno, ma in anticipo di qualche giorno rispetto alla programmazione di inizio e fine marzo delle colleghe statunitense e francese. Le sue date vanno, infatti, dal 24 al 28 febbraio e coincidono con quelle dell’ammiraglia ARCOmadrid, inserendosi in una settimana di fuoco per l’arte contemporanea in Spagna. Drawing Room Madrid dovrà vedersela, infatti, con We Are Fair!, l’altra nuova fiera di arte emergente, collocata in un hotel a quattro stelle nel cuore della città, con cui condivide l’orario notturno – una termina alle 24 e l’altra alle 2 – oltre alle tradizionali JustMad, Art Madrid, Room Art Fair, Flecha, DEARTE e la seconda edizione di Casa Leibniz, che non è una fiera ma una mostra per giovani artisti spagnoli (nati tra il 1975 e il 1985).

PRESENTE UNA GALLERIA ITALIANA, LA BI-BOX ART SPACE DI BIELLA
Drawing Room Madrid nasce su iniziativa della società Exhibit Art Management, guidata dalla manager e curatore d’arte Mónica Álvarez Careaga, recentemente vista a Bologna per SetUp Contemporary Art Fair, in occasione del suo progetto dedicato al disegno Drawing the world. Da qui la collaborazione con uno dei suoi direttori – Simona Gavioli – che della nuova fiera madrilena fa parte del comitato curatoriale, insieme ai galleristi Ramon Sicart della Sicart di Barcellona e Juan González de Riancho della Siboney di Santander, al curatore Susana Sanz di Pechino e a Omar-Pascual Castillo, ex direttore del museo CAAM di Las Palmas Gran Canaria, e ora in un team curatoriale con Aristide Santana, alla guida della nuova galleria berlinese Nova Invaliden. La fiera, con una selezione di venti gallerie nazionali e internazionali dislocate in un appartamento in strada Velázquez, presenterà i progetti inediti di trenta artisti di diverse generazioni, tra cui le opere di Alessandra Maio (Bologna, 1982) e Vincenzo Merola (Campobasso, 1979), invitati dall’unica galleria italiana presente: BI-BOx Art Space di Biella.

Claudia Giraud

http://drawingroom.es/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community