Michelangelo soffriva di artrite. Dopo la gotta e l’autismo, si allunga la “cartella clinica” del genio del Rinascimento: ecco le scoperte della Royal Society of Medicine di Londra

Print pagePDF pageEmail page

Le mani di Michelangelo nel ritratto di Daniele da Volterra (foto Metropolitan Museum of Art, Art Resource, Scala, Firenze, © 2015)

Le mani di Michelangelo nel ritratto di Daniele da Volterra e altri (foto Metropolitan Museum of Art, Art Resource, Scala, Firenze, © 2015)

Com’è da tempo noto grazie a lettere e documenti dell’epoca, Michelangelo lamentava disturbi fisici che coinvolgevano le articolazioni: ma fino ad ora i dolori erano stati attribuiti alla gotta. Ora – come riportato da Artnet – la Royal Society of Medicine di Londra, attraverso un’attenta analisi degli autoritratti del grande artista, ha ravvisato i segni dell’artrite nelle mani dell’artista. La malattia sarebbe da attribuirsi principalmente all’uso prolungato di martelli e scalpelli per la cesellatura delle sculture: e la deformazione ossea delle nocche sembrerebbe confermare, con i segni della cartilagine danneggiata, proprio l’artrite.
Non è il primo tentativo di diagnosi retroattiva dei problemi fisici di Michelangelo: nel 2004 Muhammad Arshad e Michael Fitzgerald avevano sostenuto in un testo che Michelangelo soffrisse di una forma particolare di autismo, dimostrata – riferisce sempre Artnet – da alcuni comportamenti come “lavoro di routine a senso unico, stile di vita insolito, interessi limitati e scarse attitudini sociali e di comunicazione”. Il genio del Rinascimento morì quasi a 90 anni, ma continuò a lavorare sino all’ultimo: ma solo il suo stakanovismo gli permise di conservare fino all’ultimo l’uso delle mani, così gravemente malate…

Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Gigio Saputini

    Illazioni , Michelangelo era sanissimo e non era autistico:
    Semplicemente non perdeva tempo a parlare con i deficenti.
    Inoltre che sia morto a 90 anni é una bufala: Michelangelo é
    ancora vivo e vive nello stesso albergo di Las Vegas dove si é
    Nascosto Elvis

  • Donatella Sedda

    L’artrite è una malattia autoimmune cronica e degenerativa, in pratica le infiammazioni alle articolazioni non sono dovute a fattori esterni come l’eccessivo stress fisico. Si manifesta principalmente in pazienti giovani. Diversamente dall’artrosi. Se a un certo punto della sua vita ha avuto problemi alle mani per via dell’ “uso prolungato di martelli e scalpelli per la cesellatura” era artrosi, non artrite. Tanto più che gli studi dicono si sia manifestata intorno ai 60/65 anni.