I grandi classici di Ozu in Blu Ray grazie al crowdfunding

Non dovrebbe mai mancare in una mediateca che si rispetti. Come Chaplin, Ford, Welles, Fellini, Bergman e Tarkovsky, Yasujiro Ozu è uno dei registi capitali della storia del cinema. Finalmente sarà possibile vedere i suoi migliori film in alta definizione.

Print pagePDF pageEmail page

“La cosa più simile al paradiso che abbia mai incontrato è il cinema di Ozu disse una volta Wim Wenders, che al regista giapponese ha dedicato il documentario Tokio-Ga. Adesso, grazie a un’iniziativa di crowdfounding della Tucker Film lanciata su Kickstarter, sarà possibile rivedere sei dei capolavori del Maestro giapponese in alta definizione, rimasterizzati e restaurati dalla major nipponica Shochiku. Se è vero che non c’è nessuna cultura senza classici, questo prezioso cofanetto permette di esplorare in profondità non solo l’opera dell’artista, ma quella di un intero Paese nel periodo che va dalla fine degli anni ’40 all’inizio dei ’60.
Patito di cinema americano, Ozu è anche l’artista che meglio ha raccontato le tradizioni del Giappone, concentrandosi in modo particolare sui valori della famiglia e talvolta sul contrasto tra modernità e consuetudini sociali. Il suo stile, definito “contemplativo”, è fatto di sceneggiature minimali, inquadrature statiche e simmetriche, spazi casalinghi dove le sfumature psicologiche, nella loro compostezza formale, si esplicano in pieno nei piccoli drammi quotidiani dei privati. Un modo di raccontare intimo e toccante, distante anni luce dai baccanali del cinema occidentale.
In questo video potete godere di alcuni estratti da Viaggio a Tokyo (1953), Fiori d’equinozio (1958), Tardo autunno (1960), Il gusto del sakè (1962), Buon giorno (1959), Tarda primavera (1949).

– Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community