Per un’idea di libertà. Fra scienza, storia e arte contemporanea. Bob and Roberta Smith al MAMbo

Un’ultima pillola video dalla mostra “Gradi di libertà”, ospitata al MAMbo di Bologna. Per l’artista Bob and Roberta Smith sono l’arte e la cultura le vere chiavi per la libertà, diritti da difendere e rivendicare

Print pagePDF pageEmail page

Fondamentalmente penso che la libertà non esista, a meno che non ce ne prendiamo cura e combattiamo per essa. Esiste solo se gli esseri umani la comprendono e la difendono. L’arte gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della democrazia e della libertà, poiché ci insegna ad espandere il nostro pensiero”. Bob and Roberta Smith, artista britannico dal nome de plume plurale, classe 1963, è uno dei protagonisti di “Gradi di libertà”, mostra curata da Cristiana Perrella e Giovanni Carrada, ospitata fino al prossimo 22 novembre dal MAMbo di Bologna, con la produzione della Fondazione Golinelli.
Artisti che riflettono sul tema della libertà – vecchio quanto il mondo, attuale come pochi altri – adottando prospettive diverse e intersecate: quella scientifica, quella storica, quella estetica, politica, sociologica o filosofica.

Marino Golinelli con l'opera di Bob and Robert Smith al MAMBo

Marino Golinelli con l’opera di Bob and Robert Smith al MAMBo

Cosa significa essere liberi per un essere umano, per un artista, per un pensatore, per un cittadino? E qual è il senso di questa parola immensa e sfaccettata? Bob and Roberta Smith, con la sua installazione di cartelli, slogan, fotografie, parte da un assunto: la vera garanzia di libertà arriva dalla dimensione del pensiero, dell’intelligenza, della conoscenza. E l’unica libertà possibile è quella costruita combattendo per un affrancamento intellettuale. Il cammino verso la pace passa innanzitutto da qui, inevitabilmente. Perché ciò che neutralizza i signori della guerra, i reucci della mafia, i soldati del terrore, non è la morte, non è il pericolo. Ma è, semmai, l’indipendenza collettiva, lo scatto d’orgoglio, la capacità di discernere e di non piegarsi. Di non farsi sudditi, pedine. Un pensiero chiave, all’indomani dei fatti di Parigi e in piena psicosi Isis.

Helga Marsala

Gradi di libertà
fino al 22 novembre 2015
MAMBo – Via Don Giovanni Minzoni 14, Bologna
www.artescienzaeconoscenza.it
www.mambo-bologna.org

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community