I ragazzi di Pasolini, oggi. Gonzalo Orquín mette su carta i protagonisti dei grandi romanzi del Novecento: ecco le immagini della mostra Librografie, alla Casa delle Letterature di Roma

Print pagePDF pageEmail page

Gonzalo Orquín davanti all'opera dedicata a Pasolini

Gonzalo Orquín davanti all’opera dedicata a Pasolini

Un modo lieve ma incisivo per ricordare Pasolini insieme a tanti suoi amici, una generazione di autori che ha scritto la storia del nostro passato recente”. Il quarantennale della morte del grande scrittore e regista si può celebrare anche così: scegliendo e selezionando “volti contemporanei, da mettere in relazione con testi e trame dei libri attraverso la parola dipinta. I personaggi rappresentati sono viventi, amici, conoscenti o persone incontrate per caso, ma che in qualche maniera l’artista è riuscito a mettere in relazione con il romanzo prescelto”. È quello che ha fatto l’artista spagnolo Gonzalo Orquín, classe 1982, con la mostra Librografie, curata da Giorgia Calò e Maria Ida Gaeta alla Casa delle Letterature di Roma.
Ma se a Pasolini è dedicato un grande lavoro site specific, l’inedito approccio di Orquin si amplia ad alcuni dei maggiori autori della letteratura italiana del Novecento, da Italo Calvino a Natalia Ginzburg, Tommaso Landolfi, Carlo Levi, Giorgio Manganelli, Elsa Morante, Alberto Moravia, Anna Maria Ortese, Cesare Pavese. “In questo modo l’artista rintraccia un percorso che non è solamente la commemorazione di questi dieci grandi autori, ma è più profondamente l’analisi di una realtà popolare che dagli anni della resistenza e dell’immediato dopoguerra ha ispirato centinaia di romanzi”, osserva Giorgia Calò. La mostra appena inaugurata resta visibile fino al 26 novembre: noi eravamo all’opening, eccovi una carrellata di immagini…

Fino al 26 novembre 2015
Casa delle Letterature
Piazza dell’Orologio 3, Roma
www.casadelleletterature.it

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community