Come un nuovo Bauhaus. A Roma nasce AREA 81, spazio di incontri e ricerca, fra architettura, design, arti contemporanee. Targato AIAC ed Exclusiva Design

Print pagePDF pageEmail page

Presentazione AREA 81 - Foto Massimo Camplone

Presentazione AREA 81 – Foto Massimo Camplone

“Un luogo di idee. Più che un posto, un concetto”. Così  viene presentato AREA 81, progetto voluto dallo studio di interior design e progettazione architettonica Exclusiva Design, in collaborazione con AIAC – Associazione Italiana di Architettura e Critica. Tre eventi, per un lancio prolungato, tra la primavera e l’autunno, per salutare la nascita di questo spazio romano intitolato alla possibilità di fare rete, di condividere talenti ed energie, di far convergere progettazione e produzione, investendo in creatività.
Lo scorso 14 maggio la preview, dinanzi a una platea selezionata di circa 300 persone, tra artisti, architetti, critici, curatori, giornalisti: hanno introdotto il nuovo percorso Fabio Mazzeo, chairman di Exclusivan Design, e Luigi Prestinenza Puglisi, presidente dell’AIAC, seguiti dalla presentazione del volume “14”, una pubblicazione targata Aiac che raccoglie il lavoro di 14 artisti italiani selezionati dal team curatoriale di Interno 14. Quindi, il prossimo 14 giugno, AREA 81 sarà raccontato al grande pubblico, in occasione del V meeting internazionale “Architects meet in Selinunte”; infine, terzo appuntamento fissato per il 14 ottobre, con l’opening ufficiale dello spazio espositivo ristrutturato. E sarà questa l’occasione per presentare il programma annuale delle iniziative, di quello che sarà, secondo le intenzioni, un laboratorio di idee, una fucina di talenti, uno spazio trasversale che vive di contaminazioni: “Abbiamo un orizzonte ed un obiettivo che si chiama Bauhaus”, ha annunciato Prestinenza Puglisi. Ed è già ambizione, ricerca contemporanea e dimensione storica. Provando ad alimentare nuove comunità di studio e scambio intellettuale.

AREA 81
via Giovanni da Castel Bolognese 81, Roma
www.architetturaecritica.it

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community