Milano Updates: Vincenzo de Bellis resta ancora direttore di miart. Mancherebbero solo i dettagli per un rinnovo del contratto

Print pagePDF pageEmail page

Vincenzo de Bellis

Vincenzo de Bellis

Ho sempre detto, fin dalla prima conferenza stampa, che il mio contratto era di tre anni. Anche perché per la prima volta la fiera si affidava ad un direttore per un lasso di tempo così lungo. Ma tra il dire che il contratto scade e il dire che me ne vado ce ne corre…“. Basta leggere tra le righe delle dichiarazioni di Vincenzo De Bellis per capire che il 38enne curatore originario della provincia di Bari non ha alcuna intenzione di mollare il timone di comando, a maggior ragione dopo una fiera di risultati più che soddisfacenti come questa del 2015. De Bellis e miart starebbero semplicemente definendo gli ultimi dettagli per un rinnovo del contratto. Soprattutto per quanto riguarda la durata dello stesso. Ci sarà una proroga di un anno (come accaduto a Torino per Sarah Cosulich Canarutto ad Artissima) o un rinnovo per altri tre? Sta di fatto che il mercato delle fiere italiane non appare prossimo a stravolgimenti.
A vantaggio di De Bellis una tre anni in crescendo. Un’edizione, questa, che sulla carta era migliore di quella dello scorso anno ma che si è rivelata migliore anche sul campo. Con risultati di mercato piuttosto felici per tutti gli operatori, anche quelli che negli anni passati non erano rimasti particolarmente contenti. Merito anche di un buon lavoro sui collezionisti, un lavoro che ha appunto necessitato di tre anni per venire calibrato a dovere. “Aspettiamo la fine di questa edizione e poi parliamo del futuro“, taglia corto il direttore. Ma lascia intendere che l’edizione 2016 di miart sarà affar suo.

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Guest

    Questa edizione non mi è dispiaciuta, anche se la parte storicizzata risulta più significativa sul resto, valida nel suo complesso ThenNOW, ma il resto è da rafforzare ancora….

  • Questa edizione non mi è dispiaciuta, anche se la parte storicizzata risulta più significativa sul resto, valida nel suo complesso ThenNOW, ma nel complesso è da rafforzare….