70 anni dalla Liberazione. Il teatro li celebra con Lenz Fondazione che mette in scena la tragedia La Gloria di Gabriele D’Annunzio e Bruno Longhi, dedicato a una figura dell’antifascista

Print pagePDF pageEmail page

La Gloria, Lenz Fondazione - © Francesco Pititto

La Gloria, Lenz Fondazione – © Francesco Pititto

 

Habitat Pubblico 2015, il progetto annuale a cura di Lenz Fondazione, dal 21 al 25 aprile propone, nella sezione intitolata Corpo Politico, gli spettacoli La Gloria e Bruno Longhi. Il primo è interpretato da Valentina Barbarini e Roberto Riseri, che interagiscono con le musiche composte ad hoc da Andrea Azzali: “Per restituire alla tragedia di Gabriele D’Annunzio la sua profonda e inesaurita modernità linguistica”, spiega Maria Federica Maestri, che dello spettacolo cura installazione e regia, “ne è stato smantellato l’impianto originale, riducendo la pluralità dei personaggi ad una sola coppia scenica. Scrostata la superficie dai manierismi primonovecenteschi, è emersa la crudezza e la violenza quasi patologica del poeta più inquieto e contraddittorio della letteratura italiana. Ne è rimasto un ‘al di qua’ pietrificante, un monumento alla fisica fascista del potere che prefigura l’altra notte luttuosa degli anni settanta, quella dello stragismo nero, rimossa dalla nostra memoria quanto quella del terrorismo brigatista”.
La seconda parte del dittico è costituita da Bruno Longhi, opera con testo originale di Francesco Pititto dedicata a una delle persone più rappresentative della Resistenza antifascista a Parma. “Il progetto”, suggerisce l’autore e regista, “consiste nella ricreazione dello spettacolo da noi realizzato nel 1991 assumendo le testimonianze dei familiari e dei compagni del mitico rappresentante della Resistenza parmigiana. La creazione scenica ne trasferiva in un’ottica contemporanea tutta la vitalità intellettuale e la sensibilità umana. La documentazione era stata raccolta in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza di Parma”. La Gloria e Bruno Longhi abiteranno, in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione, gli spazi post-industriali di Lenz Teatro, a Parma.

– Michele Pascarella

http://www.lenzfondazione.it

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community