Nico Vascellari e Monsignor Sequeri. I like Tuesdays @Deutsche Bank, Milano

Print pagePDF pageEmail page



“Ascoltare lo spazio. Come la musica cambia l’ambiente e crea relazioni”. Questo il titolo dell’incontro tra Nico Vascellari e Monsignor Pierangelo Sequeri promosso da Deutsche Bank per il ciclo I Like Tuesdays – Sguardi sul contemporaneo. I due protagonisti di questo primo appuntamento si sono confrontati, martedì 10 aprile, in un inedito dialogo dedicato al potere del suono nei processi di relazione e apprendimento collettivo.
A confronto due esperienze lontane nella forma, ma accomunate dal rapporto intimo con il suono: la visione filosofica e spirituale di Sequeri, che con il suo programma di “musicoterapia orchestrale” ha creato nuove possibilità di espressione per ragazzi con difficoltà psichiche, si accosta all’esperienza artistica di Vascellari, che con le sue performance sospese tra musica, teatro e arti visive, genera spazi rituali collettivi.
Modera Valeria Cantoni, amministratore delegato di Trivioquadrivio, che cura il progetto.

Video by Tommaso Santuari

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • hm

    la roba che inizia a dire dal minuto 50:00 fino alla fine è di un’ignoranza imbarazzante .

  • bha
    vascellari viene sistematicamente usato come ingrendiente gggiovane giovanilistico per controbilanciare i progetti di un paese per vecchi….ma lui non se ne rende conto :)

  • hm

    sì ma la stronzata immonda l’ha detta il monsignore, vascellari è stato abbastanza accomodante remissivo e falso (‘non cerco il pubblico’ mancava che dicesse è il pubblico che cerca me) proprio come me lo sarei aspettato . sui tamburi buttati giù dalla montagna con i suoi passetti trafelati dietro a rincorrerli no comment .

  • mi auguro Luca che quando fai menzione della locuzione “paese per vecchi” tu non commetta l’errore di intendere un eta’ anagrafica.

    Te lo dico senza polemica, eh Luca, e naturalmente con sincerita’ perche’ daresti una identita’ ad un problema che non è certamente generazionale
    ma riguarda esistenze artistiche in affanno di relazioni.

  • hm

    io vascellari lo vedrei seriamente bene a jackass o qualche altra cagata di mtv di quel tipo . tipo fare la gara delle fiammate con le scoregge, cose così . secondo me ha lo stesso livello intellettivo . comico anche quando dice ‘i miei non erano religiosi ma mi mandavano a messa di demonica, ma io però non ci andavo perchè andavo di nascosto ai concerti’ ahahhahahahahahahah ma quali concerti esistono di domenica? ahahahahahhaah ma dove poi in una baita di montagna di belluno? dai basta se ripenso al patetismo di quest’uomo mi viene da piangere, come barzelletta però va benissimo .

    • ip

      meno male che con l’arte qualcuno riesce a divertirsi..

  • hm

    – ma io però non ci andavo perchè andavo di nascosto ai concerti –

    cioè manco fosse un after hour che inizia alle 5 di pomeriggio, ah no quella è merda (claclacla cit. monsignore) fatta coi loop che fa muovere i sederini non va bene .

  • hm

    la maestra ci faceva cantare ma io non riuscivo perchè non capivo le parole ——-> http://www.youtube.com/watch?v=b-uNqLt3q4s

    dedicata a sti due poveretti .

  • Paolo

    Ma quando comincerete a lasciare commenti non conditi dall’invidia? Qualcosa di costruttivo e non sempre distruttivo. Piaccia o meno Nico Vascellari è coerente col suo lavoro. Punto e stop. Se chi commenta su questo sito fa l’artista o il critico o il curatore e nessuno se lo fila un motivo c’e’.

    • hm

      complimenti per il fine ragionamento intellettuale, non fa una piega . anche jessica simpson è molto coerente col suo lavoro . te la consiglio . distruggere per esportare la democrazia è ok no? allora fai silenzio .

      • paolo

        parla uno che si firma come un marchio di abbigliamento, e non certo di Yamamoto o Comme des Garcon! i tuoi commenti stanno a 1 euro e 90 come i braccialetti da H&M.
        Tanti auguri per la tua futura carriera d’artista.

        • hm

          sì hai ragione, è per quello che tom ford ha deciso di collaborarci, perchè è robaccia che non conta . vatti a comprare le magliette a pois da rincoglionito di comme des merdons va, cioè manco avessi nominato alexander mcqueen ahahahahah complimenti per lo sboccio .

  • nemesi

    eddai paolo, sembra che la critica sia rivolta a te…
    HM ha ragione, come si fa a dire certe sciocchezze su.
    concerti di domenica mattina a belluno… dai.

  • pinco

    che banalità sconcertanti!

    e questi giornalisti e curatori e operatori del settore
    a dar spazio e ste robe… non li capisco
    non c’è altro?
    alziamo il livello ragazzi

  • Simo

    Scusa hm che musica ascolti? Cosa dicono secondo te di sbagliato gli intervistati? Che critica proponi?? Sicuramente avrai elaborato un tuo pensiero personale sull’argomento che trattano… e quindi sono certo che non ti sarai veramente fermato al contorno (es criticare il fatto che lui andava ai concerti la domenica o il claclacla cit. monsignore che hai citato) bensì avrai elaborato una tua personale tesi portante sull’argomento di cui parlano… Qual è la tua tesi portante?? Cosa proponi di diverso e rivoluzionario rispetto a loro!? Qual è la verità di cui vuoi renderci partecipi? Soprattutto… sai di cosa parlano?? Perchè critichi Sequeri? Lo critichi per quello che dice o solo perchè è un Monsignore?
    Grazie per l’attenzione.

    • marcel

      “Su ciò, di cui non si può parlare, si deve tacere.”Wittgenstein

      NON DIMENTICATELO!!!
      un discepolo di Sequeri!