Distretto Produttivo Puglia Creativa: gli itinerari per un turismo culturale ed ecosostenibile

In Puglia nasce un nuovo modo di fare turismo che promuove la creatività, la bellezza e le eccellenze del territorio. Il Distretto Produttivo Puglia Creativa presenta #VisitPugliaCreativa

Corigliano d'Otranto Castello De Monti, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo
Corigliano d'Otranto Castello De Monti, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo

La Puglia è un territorio morfologicamente variegato non solo da un punto di vista naturale e paesaggistico, ma anche storico, culturale e soprattutto creativo se pensiamo alle tradizioni artigianali e a quelle rurali. Partendo da questo appunto non possiamo non ricordare che Cesare Brandi, nelle memorabili pagine del libro Pellegrino di Puglia, racconta il suo personale tour letterario e artistico esaltando le diverse anime della regione. Sono anni che il concetto turistico di promozione del territorio è avvolto da molteplici stereotipi e dal mito consumato della Taranta che è stato ed è, per molti amministratori locali, una vetrina pubblica per rilanciare l’impegno politico. Ultimamente questa consuetudine di promozione turistica prevede che quasi tutti gli eventi legati alle politiche culturali della Regione Puglia, vengano considerati prima di tutto come personali atti politici che arricchiscono la proposta artistica del panorama culturale.

Corigliano D’Otranto, Castello Volante con le installazioni di Parisi Luminarie, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo
Corigliano D’Otranto, Castello Volante con le installazioni di Parisi Luminarie, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo

IL DISTRETTO PRODUTTIVO PUGLIA CREATIVA

Fortunatamente accade che nuove realtà come quella di #VisitPugliaCreativa, promossa dal Distretto Produttivo Puglia Creativa, ha la forza e la volontà di puntare tutto sulle eccellenze e sulla creatività pugliese come attrattore turistico. Il Distretto Produttivo Puglia Creativa è un insieme di circa 150 imprese culturali e creative che operano in cinque compartimenti come: le performing arts, le imprese culturali, le industrie creative, le aziende dedicate al patrimonio e infine anche una sezione che raccoglie tutti gli organismi che erogano servizi a supporto dello sviluppo dei suddetti settori. Con la formazione di Visit Puglia Creativa, linea di promozione e valorizzazione a favore delle bellezze della regione, il nuovo brand mette da parte le politiche del turismo di massa, e guarda al turismo sostenibile e a un format che acquisisce il know-how, direttamente dalla conoscenza del territorio suddiviso, in questo caso nelle 13 aree di riferimento relative al piano paesaggistico della Regione Puglia. L’idea del progetto, di cui Puglia Creativa è partner, si inserisce nel piano delle attività di ATLAS Adriatic Cultural Touris Laboratories programma di cooperazione territoriale europea finanziato dall’Interreg Italia-Croazia 2014- 2020.

Corigliano D'Otranto Arco Lucchetti, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo
Corigliano D’Otranto Arco Lucchetti, Distretto Produttivo Puglia Creativa, VisitPugliaCreativa ©Alice Caracciolo

GLI ITINERARI TURISTICI

Il Visit Puglia Creativa vuole ragionare non solo sull’aspetto ambientale delle aree omogenee, ma anche sulle zone che riservano un’identità culturale unificata. L’obiettivo è quello di guardare a una autenticità che conduca il turista in un percorso fatto non solo di eventi, ma anche di arte e conoscenza del patrimonio materiale e immateriale, senza tralasciare le tradizioni e le botteghe artigianali tipiche del territorio, gli artisti, i designer e gli operatori culturali. A questo si aggiunge anche una fase di documentazione, definita attraverso la realizzazione di un catalogo multimediale e di una mappa interattiva, capace di racchiudere tutte le proposte turistiche che valorizzano, durante l’anno, delle specifiche manifestazioni del tessuto turistico culturale e determinati festival attivi nelle 13 zone di riferimento. Luci a Sud Est, Suoni dalla Pietra e Dalla Pietra al Mito sono i nomi degli itinerari virtuosi che coinvolgono i territori delle Serre Salentine, della Murgia dei Trulli e quello della Puglia Imperiale con Ruvo, Trani, Castel del Monte e Barletta. Quello del Visit Puglia Creativa è un modo innovativo di sviluppare attorno un concetto ben definito, l’idea di un tour vissuto dal turista come una vera e propria esperienza personale e allo stesso tempo collettiva, legata alle specificità e ai valori delle realtà locali. L’intera operazione dà il via a una nuova modalità di fruizione del patrimonio della Puglia, attraverso la creazione di pacchetti turistici identitari che prendono forma, grazie all’aiuto di professionisti del settore con un evento caratterizzante come può essere un festival.

-Giuseppe Amedeo Arnesano 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.