Periferia e arte partecipata. ContemporaryArt Torino Piemonte cambia il baricentro

In attesa di Artissima e dell’art week torinese ecco una breve presentazione degli eventi legati al mese dell’arte contemporanea: si parte con una nuova opera per Luci d’Artista alla Sandretto.

Marco Gastini - Luci d'Artista 2009, Torino, Galleria Subalpina
Marco Gastini - Luci d'Artista 2009, Torino, Galleria Subalpina

Quest’anno ContemporaryArt Torino Piemonte – il consueto cartellone di eventi sulle arti contemporanee – parte dalla periferia, con un’opera d’arte pubblica, partecipata e autoprodotta. Lo farà con l’inaugurazione, il 28 ottobre, della 19esima edizione di Luci d’Artista (22 le installazioni accese fino al 15 gennaio) che abbandona il salotto buono della città – quelle piazze San Carlo, Castello e Carignano dove si sono aperte le ultime edizioni – per il giardino della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Qui si terrà a battesimo, sulla facciata dell’edificio, la nuova luce #MosaicoTorino del collettivo torinese Dead Photo Working (promossa dall’Associazione 4k), sulle note di A Great Symphony For Torino, a cura di Xplosiva.

TORINO INTERCONNESSA
Una dimostrazione che l’arte contemporanea a novembre a Torino è interconnessa”, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura della Città di Torino Francesca Leon durante la conferenza stampa da Toolbox (sede di un altro evento di Contemporary: la prima edizione di Torino Graphic Days); e presente anche l’altra sera a quella di Club To Club, di cui ha tessuto le lodi: “hanno la capacità di saper lavorare con tutti e questo è un elemento fondamentale per la città”. A fare da traino a tutto il cartellone ContemporaryArt Torino Piemonte le immancabili fiere: Artissima all’Oval, The Others quest’anno nella nuova location dell’ex Ospedale Regina Maria Adelaide, Flashback al Pala Alpitour Isozaki, Paratissima a Torino Esposizioni, Operae. Independent Design Festival nella nuova sede di Palazzo Cisterna e le new entry, festivaliere e non: Nesxt allo spazio Q35 TheGifer in sedi varie e DAMA a Palazzo Saluzzo Paesana. A conclusione di tutto la grande Notte delle Arti Contemporanee il 5 novembre con 70 appuntamenti dislocati tra musei, gallerie e spazi musicali aperti fino alle 24, e un tour speciale delle Luci d’Artista a bordo dei tram storici degli anni ‘30/’40/’60.

Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).