Immagini dall’ultima performance di Myriam Laplante in Abruzzo. Tra favola, dubbio e morale

Al Castello Medievale di Roccascalegna la controversa artista canadese porta per la prima volta la performance C’era una volta. Tutte le immagini della performance

Myriam Laplante, Castello di Roccascalegna, Chieti
Myriam Laplante, Castello di Roccascalegna, Chieti

Immagini dalla performance di Myriam Laplante, la controversa artista canadese, nata però nel 1954 in Bangladesh e residente in Italia, a Perugia, dal 1985. Protagonista, al Castello Medievale di Roccascalegna in provincia di Chieti, in Abruzzo, di un evento a cura di Adina Pugliese per il quale ha presentato la performance site specific C’era una volta, integrando nel suo lavoro l’atmosfera magica e onirica del luogo. Realizzata con pochi mezzi e con protagonista il corpo, come di consueto nel lavoro della performer, l’azione parte da tre parole chiave favola, morale e dubbio. L’artista pone poi delle domande, in un testo interattivo che diventa poi circolare.

LE DOMANDE DI LAPLANTE
Come sono finita in questo buco?; Hai più paura delle calamità naturali o della stupidità umana?; Sei sicuro che gli integralisti siano più integralisti di te?; Se Pinocchio dice che il suo naso crescerà, crescerà? Il prato artificiale è ecologico oppure no? Conosci la barzelletta del bunga-bunga? Ci sono mosche buone e mosche cattive? Il neolitico è venuto prima o dopo il paleolitico? Sei sicuro che Elvis sia morto? Dove ho messo le chiavi? Se riesci a fallire, è una riuscita o un fallimento? E se dovesse piovere? Chi rade il barbiere? Riesci a leccarti il gomito? La prossima parola che dirai sarà no? Che ci fa qui questo rospo?“. E così via, fino ad animare un pupazzo che accompagna l’artista in una danza surreale. Le opere di Laplante sono state presentate in Europa, Nord America e in Asia. L’artista lavora, inoltre, con il collettivo di performance Black Market International dal 2001, mentre sue opere sono conservate nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna e al MACRO di Roma, nel Musée National des beaux-arts du Québec e nel Musée National de la Photographie, (Ottawa, Canada) oltre che in molte collezioni private. Qui tutte le immagini della performance abruzzese.

-Santa Nastro

www.myriamlaplante.net

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.