Iran in trionfo alla Mostra del Cinema di Venezia. Ad Amir Naderi il Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmaker

Dopo la riscoperta di Mamakhmalbaf e l’omaggio a Kiarostami, il festival omaggia di nuovo un regista iraniano, a testimonianza della speciale attenzione per la cinematografia di questo paese

Amir Naderi, Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmaker
Amir Naderi, Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmaker

È Amir Naderi il vincitore del Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmaker di Venezia73. Dopo il film ritrovato di Mamakhmalbaf e l’omaggio a Kiarostami, il festival omaggia di nuovo un regista iraniano, a testimonianza della speciale attenzione di Alberto Barbera per la cinematografia di questo paese e dell’attestato di solidarietà che la Mostra vuole porgere a grandi registi costretti ad esili volontari per le pesanti limitazioni della libertà di espressione imposte nei loro luoghi di provenienza. Amir ha dedicato il premio alla nuova generazione di giovani registi iraniani, dicendo che continuerà a portare avanti il suo cinema e la sua vita come ha sempre fatto, cioè in piena autonomia, scelta pagata con un eterno peregrinare: Stati Uniti, Giappone e Italia, luoghi in cui ha prodotto dei film straordinari.

AMBIENTATO NEL MEDIOEVO
Vegas, Cut e adesso Monte, pellicola proiettata subito dopo la cerimonia di premiazione. Un film che sarebbe stato bello vedere in concorso: semplice ma potentissimo, dall’epilogo visionario. Ambientato nel Medioevo ma in realtà fuori da un tempo e da uno spazio specifici, con i protagonisti che lottano letteralmente contro una montagna che oscura il sole e rende quindi sterili i terreni. La volontà di conservare le proprie radici e di restare nel luogo d’appartenenza al punto da sfidare una roccia evoca i conflitti contemporanei in corso, e la situazione mediorientale in primis. Stavolta nella lotta natura vs cultura i concetti di bene e di male sono completamente ribaltati, a dimostrazione che, appunto, Naderi ha costruito un puro e perfetto impianto simbolico, da cui lasciarsi meravigliare. Come solo il cinema, ormai raramente, riesce a fare.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.