Dal red carpet di Venezia 73 all’architettura. I divi del cinema in visita alla Biennale

Molte le star del cinema alla Biennale Architettura nei giorni del Festival a Venezia. Tra i più interessati John Landis e la moglie Deborah, costumista di tanti suoi film, da Animal House ai Blues Brothers

Natalie Portman a Venezia 2016
Natalie Portman a Venezia 2016

Tra tappeto rosso, conferenze stampa affollate, feste esclusive, approdi in barca e autografi, star e personalità presenti nei giorni passati in massa alla Biennale Cinema – appena conclusasi al Lido -, hanno trovato il tempo di visitare la Biennale Architettura (aperta fino al 27 novembre ai Giardini e all’Arsenale di Venezia), esprimendo grande apprezzamento. Un interesse comprensibile, visto che esistono molti casi di divi del cinema, della musica e dello showbusiness – da Brad Pitt a Pharrell Williams – che, dall’oggi al domani o quasi, si sono improvvisati designer, realizzando oggetti dagli esiti più o meno discutibili.

EMOZIONANTE, SUGGESTIVA, IMPERDIBILE
Mentre eravamo alla bellissima Mostra del Cinema di Venezia, abbiamo avuto la fortuna di passare una giornata alla Biennale Architettura: emozionante, suggestiva, imperdibile”, dicono invece, con cognizione di causa, Deborah e John Landis, coppia d’oro di Hollywood. Lei designer dei costumi di molti film celebri del marito, da Animal House ai Blues Brothers, creatrice degli abiti più iconici del cinema – come la sahariana indossata da Harrison Ford in Indiana Jones e il giubbetto rosso di Michael Jackson in Thriller -, e nominata all’Oscar nel 1988 per i costumi de Il principe cerca moglie, sempre di John Landis.

ANCHE IL PRESIDENTE DELLA GIURIA SAM MENDES
Altri visitatori eccellenti della Biennale Architettura sono stati Pablo Larraín e Natalie Portman, rispettivamente regista e protagonista del film in concorso Jackie, numerosi giurati, a partire dal presidente di Venezia 73 – il regista britannico Sam Mendes – e altre personalità della giuria del concorso: la regista e artista Laurie Anderson, la madrina Sonia Bergamasco, le attrici Gemma Arterton, Nina Hoss, Chiara Mastroianni e Zhao Wei, lo scrittore Giancarlo De Cataldo, i registi Joshua Oppenheimer e Lorenzo Vigas, Leone d’oro di Venezia 72. Della giuria di Orizzonti – la sezione dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale -, hanno visitato la Biennale Architettura l’attrice Moon So-ri e il critico Jim Hoberman.

– Claudia Giraud

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).