Mysteryland: la realtà virtuale irrompe in un festival di musica dance in Olanda

È il primo festival di musica dance che usa il livestream in realtà virtuale: anche da casa, tra suoni afrobeat, techno, hip hop e installazioni artistiche

Mysteryland

Immerso in un’area verde ad Haarlemmermeer, a circa 20 chilometri da Amsterdam, Mysteryland si è costruito negli anni (è nato nel 1993) la reputazione di dance festival più spettacolare del mondo con la sua particolare formula che affianca agli stili musicali elettronici più variegati – dal dubstep all’hip-hop alla disco dance, per finire con i nomi eccellenti della scena internazionale house, techno ed elettronica – un programma di mostre e performance di collettivi artistici e compagnie teatrali. Da quest’anno lo sarà ancora di più grazie alla tecnologia: con il livestream in realtà virtuale, anche da casa – ma dotato di occhiali speciali e usando la app dedicata o tramite il canale YouTube Mysteryland – chi vorrà potrà sperimentare la sensazione di essere fisicamente presente alla maratona musicale.

INSTALLAZIONI ARTISTICHE IMMERSIVE
Il livestream – composto da un mix di musica EDM, afrobeat, techno, hip hop di nomi come Carl Craig & Stacey Pullen, Green Velvet, Apollonia, Boys Noize e di installazioni artistiche immersive realizzate dal duo artistico ATM e dal collettivo WERC – andrà in onda sabato 27 agosto dalle 12 alle 23 e domenica 28 agosto dalle 14 alle 23. Oltre al livestream, saranno postati sui canali social media del festival dei brevi videoclip a 360° per permettere una fruizione completa delle due giornate. Un’altra novità del Mysteryland di quest’anno sarà The Living Room: un’esperienza di realtà virtuale. In cima alla piramide iconica del festival vi sarà, infatti, un’area allestita dove i visitatori potranno rilassarsi e allo stesso tempo non perdere nessuna delle performance durante il festival.

http://www.mysteryland.nl/nl/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.