100 donne afroamericane per il movimento Black Lives Matter al New Museum

Una serata di solidarietà a favore del gruppo di attivisti Black Lives Matter. Il mondo dell’arte afroamericano scende in campo al New Museum di New York

Un più cattivo Tom Wolfe ha raccontato l’incontro tra l’arte e le Black Panthers in un affresco che è rimasto come uno dei capisaldi del Radical Chic nel suo The Painted Word del 1975. L’incontro tra arte e movimenti non è una storia inedita, e in mesi caldi come quelli appena trascorsi, attraversati in maniera dolorosissima ed accesa dalla questione razziale, la scelta del New Museum di New York non è da liquidare con sufficienza, ma da seguire con estrema attenzione. L’istituzione nella Bowery ospiterà infatti un evento di solidarietà, il 1 settembre 2016, a favore di Black Lives Matter, il gruppo di attivisti che lotta contro le violenze e la discriminazione degli afroamericani. La serata ha un precedente: il 10 luglio, infatti, più di 100 donne artiste di colore si sono riunite al New Museum di New York, convocate da Simone Leigh, attualmente artist in residence e protagonista della mostra The Waiting Room (fino al 18 settembre). Obiettivo, rispondere alla violenza istituzionalizzata e disumana contro i neri negli Stati Uniti. Da questo incontro è nata la forza Black Women Artists for Black Lives Matters, che si concentra su autodifesa e autodeterminazione, con l’obiettivo di evidenziare la condizione pervasiva del razzismo.

ARTE, GENDER E RAZZISMO
Non mancano ovviamente implicazioni di gender, fondamentali in questa discussione. La serata del 1 settembre sarà animata da workshop organizzati collettivamente, performance, spettacoli, opere digitali, scambi partecipativi e la distribuzione di materiali. Molti le artiste coinvolte: tra queste Abby Dobson, Abigail Devile, Adenike Olanrewaju, Kara Springer, Karen Seneferu, Omololu Refilwe Babatunde, Paloma McGregor, Pamela Council, Patrice Renee Washington, Rashida Bumbray, Tanisha Christie, Tara Duvivier, Tia-Simone Gardner, Tiffany Smith, Tiona McClodden, Tomashi Jackson, Toya A. Lillard, Tracy Brown. Naturalmente, quella del New Museum non è una posizione schierata, ma è interessante vedere come in questo senso l’istituzione “museo” si rende disponibile ad aprire le proprie porte ad un confronto che oltre che culturale è politico.

www.newmuseum.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

LEAVE A REPLY