Collectionair, nuova piattaforma per comprare online arte “affordable”

Un sito che mette insieme opere del valore inferiore a 10mila dollari: selezionate da un comitato composto fra gli altri da Jean Hubert Martin e Adelina Von Fustenberg

Collectionair


I costi per gli spazi espositivi lievitano, i guadagni sono incerti e soggetti a fattori molteplici, il mercato possibile sempre più ampio: la ricerca di soluzioni alternative è uno dei grandi temi in questo mondo che cambia ed il confronto con il mondo del web si fa sempre più stringente. Così come la nascita di nuove piattaforme, come Artsy o Artuner, in grado di mettere in rete artisti, collezionisti e soggetti istituzionali. L’ultima di queste porta il nome di Collectionair ed è un sito che mette insieme opere del valore inferiore a 10mila dollari, alla portata di tutti o quasi. La novità? L’approccio è curatoriale, e i lavori sono organizzati in vere e proprie mostre come quelle in galleria, con una durata specifica, un curatore e un tema.

OGNI OPERA PUÒ ESSERE VISTA ALL’INTERNO DI UNA STANZA FITTIZIA
Fondato da Valerie Konde, imprenditrice senegalese, e da Olivier Varenne, condirettore al Mona, in Tasmania, il progetto ha un comitato scientifico formato da Jean-Hubert Martin, Emmanuelle de Montgazon, Philippa Adams, Adelina Von Fustenberg. Prime “inaugurazioni”: una personale di Jala Wahid, fino all’11 ottobre, un focus sull’arte iraniana, una personale di Janet Biggs curata da Barbara Polla e una di Rachel Garrard. Ogni opera può essere vista all’interno di una stanza fittizia, per valutarne così le dimensioni, e c’è un servizio di chat che permette di comunicare in qualsiasi momento con lo staff. E se volete approfondire, c’è anche il giornale / Journal con saggi, interviste ed articoli a supporto delle attività del progetto.

https://collectionair.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.