Dopo lo street food, ecco lo street architect. Lo studio p.r.o.g.arch_design lancia l’ufficio su Ape Piaggio

Un’idea, per sdoganare la figura dell’architetto, non più professionista elitario, ma consulente on the road. Dopo i Kit e le Gift Box, lo studio p.r.o.g.arch_design lancia il crowdfunding. Lo scopo? Acquistare un’apecar e mettere su uno studio mobile

Ape Piaggio
Ape Piaggio

C’è uno studio d’architettura, tutto al femminile, che sta cambiando la via della consulenza professionale: in un universo agguerrito, lo fa – ed è cosa lodevole – con garbo, senso dell’umorismo e un occhio a strategie di marketing che, se di per sè non sono innovative, certamente lo diventano applicate al mondo serioso della costruzione e ristrutturazione.
Lo studio, basato a Roma, si chiama p.r.o.g.arch_design ed è formato da Emilia Parente, Barbara Renzi, Floriana Orlandino e Gisella Giudice, che – dal 2008 – hanno unito le rispettive esperienze nel campo della progettazione, del design di eventi artistici e culturali e del restauro, dando vita ad un nuovo format per la proposta e la promozione dei servizi offerti.

SDOGANARE L’ARCHITETTO
L’idea, per Gisella Giudice è di sdoganare la figura dell’architetto: “Non deve essere un professionista per pochi” dice “ma una figura che di avvicina a tutti, inserendosi nello spazio pubblico e nella vita quotidiana”.
Quindi ecco i Kit e le Gift Box, da acquistare o regalare concepite come veri e propri pacchetti all inclusive per consulenza di qualunque tipo: dalla pratica da seguire, alla scelta dell’arredo, dello stile e della palette cromatica e – persino – una guida all’acquisto.

UNO STUDIO ON THE ROAD
Ora, l’instancabile studio ha lanciato il proprio crowdfunding, “Street architecture for people” per finanziare l’acquisto di un’apecar e di quanto occorre per mettere su uno studio ambulante: l’obiettivo è proprio questo, girare con il veicolo per le vie della capitale, offrendo consulenze on the road. C’è anche il progetto di un app, che permetterebbe ai potenziali clienti di localizzare l’itinerario dell’ape e l’idea di esportare il concept ad altre città, creando un vero e proprio network di architetti “mobili”.
Intanto la raccolta fondi è aperta sulla piattaforma Produzione dal basso, fino al 30 settembre.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.