Gibellina PhotoRoad, nuovo Festival di Fotografia Open Air. Volete esporre nella città del Grande Cretto? C’è una call aperta fino al 25 maggio

Presegue nell’azione per cui fu creata dallo scomparso Ludovico Corrao, la Fondazione Orestiadi, da anni impegnata nella rinascita e valorizzazione di Gibellina dopo il sisma del ’68. E lo fa lanciando, insieme all’associazione culturale Galleria X3 di Palermo, Gibellina PhotoRoad Festival Internazionale di Fotografia Open Air, con la direzione artistica di Arianna Catania. La manifestazione […]

Il Grande Cretto di Gibellina

Presegue nell’azione per cui fu creata dallo scomparso Ludovico Corrao, la Fondazione Orestiadi, da anni impegnata nella rinascita e valorizzazione di Gibellina dopo il sisma del ’68. E lo fa lanciando, insieme all’associazione culturale Galleria X3 di Palermo, Gibellina PhotoRoad Festival Internazionale di Fotografia Open Air, con la direzione artistica di Arianna Catania. La manifestazione rappresenta la fase finale del progetto Obiettivo Creativo: giovani talenti a Gibellina, città della fotografia, cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, volto al coinvolgimento di giovani dai 14 ai 35 anni nello studio dei linguaggi e delle tecniche fotografiche attraverso una programmazione di laboratori, workshop e seminari.
E proprio due workshop con due diversi artisti e professionisti, l’olandese Anouk Kruithof e il torinese ma romano d’adozione Massimo Mastrorillo, apriranno le giornate inaugurali del festival dal 29 al 31 luglio. Si susseguiranno talk e letture portfolio tenute da curatori, fotografi, photo editor ed esperti del settore, oltre ovviamente alle mostre che presenteranno i lavori di autori affermati e giovani emergenti del panorama internazionale; tutte rigorosamente allestite open air lungo le strade e le piazze di Gibellina, già di per sé museo d’arte contemporanea a cielo aperto. Tema delle esposizioni: il “disordine”, inteso quale sinonimo ed indice di cambiamento e scoperta continua, fluida e libera espressione, perfetta disarmonia, “fonte di apertura per esplorare nuove connessioni”.
Con il medesimo concept dovranno misurarsi i fotografi, gli artisti e i curatori invitati a rispondere all’Open Call per una mostra/installazione site specific in stretto dialogo con uno specifico spazio architettonico, ovvero la prima piazza del Sistema delle Piazze progettato da Franco Purini e Laura Thermes (1982-1990) nel centro di Gibellina Nuova. C’è tempo per inviare le vostre proposte fino al 25 maggio.

Valentina Tebala

Dal 29 luglio al 31 agosto 2016
Gibellina PhotoRoad. Festival Internazionale di Fotografia Open Air
Deadline Open Call – 25 maggio 2016
www.gibellinaphotoroad.com
[email protected]

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tebala
Valentina Tebala è critica e curatrice indipendente d’arte contemporanea. Laureata in Storia dell’Arte a Bologna con una tesi di ricerca in Teorie e Pratiche della Fotografia, ha frequentato il Corso per curatori della School for Curatorial Studies di Venezia e attualmente studia presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici di Bologna. Ha ideato e collaborato all’organizzazione e la curatela di mostre, progetti artistici ed editoriali presso spazi pubblici e privati in Italia, focalizzando maggiormente il suo lavoro e la sua ricerca in Calabria, dove vive. Ha realizzato contribuiti critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte; scrive per la rivista trimestrale d’arte contemporanea Smallzine e per Artribune. Fa parte dell’associazione non profit CatArTica Care – composta da artisti, musicisti, curatori e critici d’arte –, nata in provincia di Reggio Calabria per la promozione della cultura e delle arti contemporanee in dialogo costante con il territorio d’appartenenza e oltre i suoi confini.