Nuova sede e nuova identità per l’associazione bolognese Adiacenze. Fra arti visive, editoria, fumetto e design

Nuova sede espositiva per Adiacenze, l’associazione culturale bolognese condotta da Amerigo Mariotti e Daniela Tozzi che – a sei anni dall’inizio dell’attività – si mostra pronta a sviluppare ed arricchire ulteriormente il suo progetto. Puntando sul contemporaneo, esteso a differenti forme d’arte, e su uno spazio ibrido, dinamico, nel quale l’arte emergente pura andrà ad […]

Nuova sede espositiva per Adiacenze, l’associazione culturale bolognese condotta da Amerigo Mariotti e Daniela Tozzi che – a sei anni dall’inizio dell’attività – si mostra pronta a sviluppare ed arricchire ulteriormente il suo progetto. Puntando sul contemporaneo, esteso a differenti forme d’arte, e su uno spazio ibrido, dinamico, nel quale l’arte emergente pura andrà ad affiancarsi e a fondersi con realtà sperimentali in campi come editoria, illustrazione, fumetto e design.
 Si tratta di una grande casa in Vicolo Spirito Santo, nel pieno centro di Bologna, che si presenta all’intera comunità artistica bolognese con l’installazione ambientale Se il cielo fugge di Irene Fenara, che si avvale della collaborazione di Francesco Privato per le sonorità. Un territorio fertile di collaborazioni e mescolanze, la nuova sede, dove l’indagine sul contemporaneo vuole essere ancora più laboratoriale, dove workshop, presentazioni ed eventi performativi intendono fondersi in un nucleo creativo ricettivo a 360°, una vera e propria fabbrica di innovazione culturale.

FUMETTO E ILLUSTRAZIONE PER OFFICINA ADIACENZE
Vera novità della corporate identity di Adiacenze è Officina Adiacenze, progetto ideato in collaborazione con Andrea Benei e la casa editrice genovese GRRRz Comic Art Books per la presentazione delle più interessanti realtà artistiche legate al fumetto e all’ illustrazione. In questi primi mesi di apertura – fino a luglio 2016 – Adiacenze presenterà diversi interventi, a dimostrazione della linea scelta per la programmazione culturale futura, ospitando preview ed anteprime dei progetti previsti per le prossime stagioni. Ad inaugurare il ciclo, la giovanissima artista bolognese Irene Fenara, che si è impossessata delle sale espositive, parcellizzando il mondo esterno e la natura per permettergli di entrare in Adiacenze, e decostruendo la percezione visiva e spaziale degli spettatori.

Adiacenze
Vicolo Spirito Santo 1/B – Bologna
www.adiacenze.it

PROGRAMMA:
– Martedì 17 maggio, ore 19:30 -> performance sonora di Francesco Privato
– Giovedì 19 maggio, ore 18:30 -> presentazione di Homemade2 di Yesenia Trobbiani a cura di Maison Ventidue. Dal 19 al 23 maggio
– Giovedì 26 maggio, ore 18:30 -> inaugurazione di “Il compianto” dei PetriPaselli a cura di Adiacenze. Dal 26 maggio al 4 giugno
– Venerdì 10 giugno, ore 18:30 -> inaugurazione di “Que reste-t-il” di Laura Renna con un testo critico di Ilaria Bignotti. Dal 10 al 25 giugno
– Giovedì 30 giugno, ore 18:30 -> inaugurazione del progetto “Symposio” di Federica Falancia a cura di Federica Patti. Dal 30 giugno al 14 luglio
– Giovedì 21 luglio, ore 18:30 -> inaugurazione di “Rature. Spazio del possibile. Azione N_3” di Alisia Cruciani a cura di Michele Gentili. Dal 21 luglio al 10 settembre

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.

1 COMMENT

  1. […] Al momento state lavorando con Mario Turci, direttore del Museo Guatelli, che si trova nella campagna tra Parma e Reggio Emilia. Ettore Guatelli è stato un collezionista di arte popolare. Di che si tratta? La nostra collaborazione è nata durante un seminario sulla cultura oggettuale e sul collezionismo. Abbiamo iniziato a lavorare su questi temi e a concentrarci anche sull’aspetto antropologico dei nostri lavori, cercando di approfondire il legame collezionismo-scienza. Legame che abbiamo indagato durante la nostra ultima personale a Bologna, da Adiacenze. […]

Comments are closed.