Art Digest: in punta di piedi a vedere Bosch. Anri, manipolato dal Pop. Qui riposa Donald Trump

Una mostra da visitare in punta di piedi. Già, perché le 49 opere di Hieronymus Bosch che saranno in mostra al Museo del Prado dal 31 maggio saranno assicurate per ben 683 milioni di euro… (abc.es) La musica classica? È come archeologia, mentre la musica Pop riesce a manipolarci. Questi i temi della prossima mostra […]

La lapide di Donald Trump a Central Park

Una mostra da visitare in punta di piedi. Già, perché le 49 opere di Hieronymus Bosch che saranno in mostra al Museo del Prado dal 31 maggio saranno assicurate per ben 683 milioni di euro… (abc.es)

La musica classica? È come archeologia, mentre la musica Pop riesce a manipolarci. Questi i temi della prossima mostra al New Museum di Anri Sala, che ne parla al New York Times… (nytimes.com)

Il Victoria & Albert Museum di Londra prepara una mostra dedicata alla biancheria intima. E il Guardian prende lo spunto per lanciare una Top 10 delle icone del settore: da Marilyn Monroe a Kate Moss… (theguardian.com)

Rip Donald Trump. Il controverso candidato alle presidenziali USA continua ad interessare gli artisti: ed un anonimo creativo piazza a Central Park una sua lapide, con la data di nascita ma non quella di morte… (artnet.com)

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.