NOW Radio, nuovo contenitore per l’arte contemporanea. Interviste, visite guidate, incontri, da ascoltare live (o in podcast) su RAM radioartemobile

È una rete operativa internazionale che si propone “di amplificare e rafforzare la comunicazione tra giovani curatori/artisti/studenti”. Come? “Attraverso la creazione di gruppi di lavoro formati da partecipanti provenienti da diverse Accademie, Università e Istituzioni culturali”: che poi convergono in diversi progetti, come giornate di studio e di workshop con allievi di corsi per curatori […]

Hans Ulrich Obrist intervistato da Karolina Liusikova nella sede di RAM

È una rete operativa internazionale che si propone “di amplificare e rafforzare la comunicazione tra giovani curatori/artisti/studenti”. Come? “Attraverso la creazione di gruppi di lavoro formati da partecipanti provenienti da diverse Accademie, Università e Istituzioni culturali”: che poi convergono in diversi progetti, come giornate di studio e di workshop con allievi di corsi per curatori e con giovani artisti. Parliamo di NOW (New Operation Wave), una delle tante iniziative nate dalla fucina dell’associazione culturale romana Zerynthia e dai suoi vulcanici animatori, Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier. Associazione che ha aperto a NOW i suoi spazi di Via Conte Verde a Roma, diventando un punto di riferimento per gli incontri e mettendo a disposizione il materiale del suo archivio sonoro e della sua biblioteca. Una piattaforma nata alla fine del 2014 che coinvolge istituzioni pubbliche e private italiane e straniere, con partner come l’Accademia Belle Arti di Roma, l’Accademia di Brera di Milano, la Fondazione Antonio Ratti di Como, il Wiels di Bruxelles, la Dena Foundation di New York, giusto per citare qualcuno.

HANS ULRICH OBRIST, JIMMIE DURHAM, LORENZO BENEDETTI
Alle diverse iniziative di NOW, ora si aggiunge un programma radiofonico ospitato da RAM LIVE, web-radio di RAM radioartemobile in streaming 24 ore dedicata all’arte contemporanea afferente anche questa alla galassia Pieroni. NOW Radio – questo il titolo – è un contenitore in onda ogni giovedì alle 22 (e poi scaricabile in podcast) che propone in ogni puntata interviste, visite guidate, incontri, momenti di dialogo e progetti di artisti e curatori. La prima puntata pilota il 4 febbraio è stata “battezzata” da un big del calibro di Hans Ulrich Obrist, intervistato da Karolina Liusikova, dal report del meeting NOW dello scorso ottobre, da Myriam Laplante che ha presentato la sua mostra dedicata a Roberto de Simone, e altro. Ora arriva il secondo episodio, giovedì 11 febbraio: ancora grandi nomi, da Jimmie Durham – che introdurrà la mostra Sound and Silliness al Maxxi – a Lorenzo Benedetti, a Jean-Baptiste Decavèle in conferenza a Pescara. E poi l’annuncio di The city we need, il prossimo workshop in programma ad Alghero dal 18 al 20 febbraio.

http://radio.nownetwork.club/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.