Art Digest: Fleure Pellerin, fotografa fuorilegge. Fine della storia dell’idraulico collezionista. Drake, il rap a regola d’arte

Vietato fotografare, ma la ministra francese Fleure Pellerin se ne frega e posta Pierre Bonnard su Instagram. E allora il Musée d’Orsay di Parigi fa il democratico, e abolisce il divieto per tutti… (abc.es) Sei anni di prigione, colpevole di 18 capi di imputazione per frode. E non basta: il consulente d’arte tedesco Helge Achenbach […]

Fleur Pellerin

Vietato fotografare, ma la ministra francese Fleure Pellerin se ne frega e posta Pierre Bonnard su Instagram. E allora il Musée d’Orsay di Parigi fa il democratico, e abolisce il divieto per tutti… (abc.es)

Sei anni di prigione, colpevole di 18 capi di imputazione per frode. E non basta: il consulente d’arte tedesco Helge Achenbach deve tornare in tribunale a difendere il patrimonio di sua moglie… (artnet.com)

Vi ricordate l’idraulico francese accusato di aver rubato 271 dipinti di Picasso, che lui sosteneva gli fossero stati regalati? È stato condannato a 2 anni, con la condizionale: ma quel che è peggio, dovrà restituire le opere agli eredi… (washingtonpost.com)

Dopo Jay Z e Kanye West, un altro rapper incrocia i suoi destini con l’arte contemporanea: è Jimmy Brooks, aka Drake, coinvolto da Sotheby’s per una mostra di una ventina di artisti negri americani… (nytimes.com)

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.