London Updates: primavera italiana, in attesa del via alla Frieze week. Nelle gallerie di Mayfair trionfano Castellani, Scheggi, Boetti, ecco le immagini

Nella prima serata della Frieze week, noonostante la pioggia ci ricordi che siamo a Londra e sia autunno, è proprio il caso di dire che si respira una primavera italiana. Il revival degli italiani è davvero onnipresente. È la serata delle inaugurazioni delle gallerie private, e nel cuore di Mayfair non si sente che che […]

Nella prima serata della Frieze week, noonostante la pioggia ci ricordi che siamo a Londra e sia autunno, è proprio il caso di dire che si respira una primavera italiana. Il revival degli italiani è davvero onnipresente. È la serata delle inaugurazioni delle gallerie private, e nel cuore di Mayfair non si sente che che parlare italiano. Regnano le monocromie italiane, la nuova Dominque Lévy Gallery presenta una selezione di Frank Stella, Donald Judd ma soprattutto – in prima linea – Enrico Castellani.
Da Bond Street basta attraversare due strade per ritrovarsi a Dover Street nei meravigliosi spazi della galleria di Robillant and Voena, dove inaugura Paolo Scheggi e si beve spritz e negroni in compagnia di Luca Massimo Barbero, poi attraversando qualche strada si arriva a Saville Row, dove si incrocia Francesco Bonami, per giungere poi da Luxembourg and Dayan e trovare l’arcolbaleno dei I colori di Alighiero Boetti, una serie di monocromi di pigmenti industriali su tavole in legno o metallo quadrate che l’artista produsse a partire dal 1967. A fine serata viene quasi da illudersi e credere che per una volta forse siamo noi i colonizzatori…

– Barbara Martorelli

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI