Il quartiere intelligente dell’arte. A Napoli nuovi progetti per l’area di Montesanto: da Andrea Nacciarriti a Yuri Ancarani, per curare l’ambiente a partire dall’arte contemporanea

Sempre più aperto alla trasversalità espositiva e al dibattito, al dialogo e all’interazione con gli abitanti, il programma prodotto dal Forum Universale delle Culture di Napoli e Campania per la Scaladel Quartiere Montesanto di Napoli (in collaborazione con il Goethe Institut, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e sotto il matronato della Fondazione Donna Regina) rappresenta un raccordo di ideeil cui grado di creatività, tra Innen und Aussen, si prende cura del mondo della vita, degli strumenti urbani e metropolitani, dei luoghi che appartengono al singolo e alla collettività. Con un palinsesto di video che attraversano, da angolazioni differenti, l’ambiente e l’ecosostenibilità, la rigenerazione e il riutilizzo degli spazi urbani, Quartiere Intelligente, il progetto curato da Adriana Rispoli torna sul prato dell’arte contemporanea con una serie di eventi che attraversano temi attuali e pongono l’accento sulla “sinergia d’interdisciplinari competenze, locali nazionali edinternazionali” (Rispoli). Accanto ad una serie di categorie (tra queste sfilano Qi Bio, Qi Ecologia Urbana, Qi Orto, Qi Riuso e Qi Vedo), il brano dell’arte – Qi Arte appunto – offre, in questo nuovo ed entusiasmante periodo, un ventaglio di […]

Sempre più aperto alla trasversalità espositiva e al dibattito, al dialogo e all’interazione con gli abitanti, il programma prodotto dal Forum Universale delle Culture di Napoli e Campania per la Scaladel Quartiere Montesanto di Napoli (in collaborazione con il Goethe Institut, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e sotto il matronato della Fondazione Donna Regina) rappresenta un raccordo di ideeil cui grado di creatività, tra Innen und Aussen, si prende cura del mondo della vita, degli strumenti urbani e metropolitani, dei luoghi che appartengono al singolo e alla collettività.
Con un palinsesto di video che attraversano, da angolazioni differenti, l’ambiente e l’ecosostenibilità, la rigenerazione e il riutilizzo degli spazi urbani, Quartiere Intelligente, il progetto curato da Adriana Rispoli torna sul prato dell’arte contemporanea con una serie di eventi che attraversano temi attuali e pongono l’accento sulla “sinergia d’interdisciplinari competenze, locali nazionali edinternazionali” (Rispoli). Accanto ad una serie di categorie (tra queste sfilano Qi BioQi Ecologia UrbanaQi OrtoQi Riuso e Qi Vedo), il brano dell’arte – Qi Arte appunto – offre, in questo nuovo ed entusiasmante periodo, un ventaglio di opere che, se da una parte si aggrappano alle pareti del rione per proporsi al pubblico cittadino, dall’altra si presentano in uno spazio chiuso per concepire dei focus, delle riflessioni su una serie di tematiche (sociale, ambientale e tecnologica) che operano nel metabolismo urbano.
Cycling the frame (1988) e The invisible frame (2009) di Cynthia Beattand the ship sails on (2013) di Andrea NacciarritiFoggy – Resistance – Prohibitions – Liberated Zone (2013) di Osman BozkurtStill in life (2013) di Raffaela MarinielloWalk on Yamuna (2007) di Atul BhallaLadies and Gentlemen (2011) di Luca BolognesiIl Capo (2010) di Yuri AncaraniA grammar for Listening part 2 (2009) di Luke FowlerAsterina (2009) di Dacia MantoTarzan’s House (2014) di Diego CibelliWhite Sub Limen (2014) di Andrea Francolino e le Risonanze (2014) cheRaffaella Romano ha realizzato appositamente su invito del duo Moio&Sivelli. Sono questi i video di questa nuova stagione, di questa nuova avventura che solca il quotidiano per sensibilizzare il singolo sulle tematiche più scottanti che toccano la specie.

 Antonello Tolve

www.quartiereintelligente.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonello Tolve
Antonello Tolve (Melfi, 1977) è titolare di Pedagogia e Didattica dell’Arte all’Accademia Albertina di Torino. Ph.D in Metodi e metodologie della ricerca archeologica e storico artistica (Università di Salerno), è stato visiting professor in diverse università come la Mimar Sinan Güzel Sanatlar Üniversitesi, la Beǐjin̄g Yuy̌ań Daxué, l’Universitatea de Arta si Design de Cluj-Napoca e la Universidad Central de Venezuela. Critico d’arte e curatore, è stato commissario in diverse giurie internazionali. Tra i suoi libri si ricordano “Gillo Dorfles. Arte e critica d’arte nel secondo Novecento” (La Città del Sole, 2011), “ABOrigine. L’arte della critica d’arte” (PostmediaBooks, 2012), “Ubiquità. Arte e critica d’arte nell’epoca del policentrismo planetario” (Quodlibet, 2013), “La linea socratica dell’arte contemporanea. Antropologia Pedagogia Creatività” (Quodlibet, 2016), “Istruzione e catastrofe. pedagogia e didattica dell’arte nell’epoca dell’analfabetismo strumentale” (Kappabit, 2019), “Me, myself and I. Arte e vetrinizzazione sociale ovvero il mondo magico del selfie” (Castelvecchi, 2019), “Atmosfera. Atteggiamenti climatici nell’arte d’oggi” (Mimesis, 2019). Ha curato con Stefania Zuliani il volume di Filiberto Menna, “Cronache dagli anni settanta. Arte e critica d'arte 1970-1980” (Quodlibet, 2017) e, con S. Brunetti, “Il sistema degli artisti. Collezione, conservazione, cura e didattica nella pratica artistica contemporanea” (Mimesis, 2019). Dal 2018 e Direttore della sede romana della Fondazione Filiberto e Bianca Menna e dal 2014 è curatore della Gaba.Mc – Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata.