Lo Strillone: non fermate il progetto di Daniel Buren a La Spezia tuona Libération, ripreso da La Repubblica. E poi la collezione confiscata al boss Campolo in mostra a Reggio Calabria, l’omaggio di Milano a Guido Crepax, la Rain Room di Random International al MoMA…

E se ci scappasse il caso diplomatico? La Repubblica riprende la crociata lanciata da Libération in favore dell’intervento di Daniel Buren a La Spezia. Tempi duri per le archistar: Corriere della Sera riporta le polemiche attorno ai nuovi progetti di Jean Nouvel e Zaha Hadid per Pechino. Ai cinesi non piace (più) che i compassi […]

Quotidiani
Quotidiani

E se ci scappasse il caso diplomatico? La Repubblica riprende la crociata lanciata da Libération in favore dell’intervento di Daniel Buren a La Spezia. Tempi duri per le archistar: Corriere della Sera riporta le polemiche attorno ai nuovi progetti di Jean Nouvel e Zaha Hadid per Pechino. Ai cinesi non piace (più) che i compassi stranieri imperversino a casa loro.

Riapre dopo quattro anni di restauri il Museo della Magna Grecia di Reggio Calabria: in mostra su Il Giornale la collezione confiscata a Gioacchino Campolo, boss locale condannato a 18 anni di carcere per estorsione aggravata. Nel suo patrimonio anche Dalì, De Chirico, Fontana e Guttuso.

Milano: Guido Crepax a Palazzo Reale e su Quotidiano Nazionale; al Castello del Buon Consiglio di Trento e su La Stampa la mostra dedicata a draghi e dintorni, bestiario da sogno tra arte e fantasy. L’Unità strabiliata dalla Rain Room di Random International al MoMA, installazione che permette di camminare sotto la pioggia… senza bagnarsi!

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.