Ilaria Borletti Buitoni e Simonetta Giordani, Beni Culturali in rosa con i sottosegretari che completano i piani alti del Collegio Romano. E all’Istruzione resta Marco Rossi Doria

Giusto stamane, con un post sulla pagina Facebook di Artribune, facevamo il punto sulla road map del governo Letta, compulsando i rumors sull’ultima tappa che attendeva il premier per il completamento della squadra, ovvero le monime di viceministri e sottosegretari. Sui tempi le previsioni dicevano entro questa settimana, qualcuno si sbilanciava ipotizzando martedì prossimo come […]

Ilaria Borletti Buitoni

Giusto stamane, con un post sulla pagina Facebook di Artribune, facevamo il punto sulla road map del governo Letta, compulsando i rumors sull’ultima tappa che attendeva il premier per il completamento della squadra, ovvero le monime di viceministri e sottosegretari. Sui tempi le previsioni dicevano entro questa settimana, qualcuno si sbilanciava ipotizzando martedì prossimo come data: e invece Letta ha sorpreso tutti, convocando il Consiglio dei Ministri in tutta fretta e sciogliendo le ultime riserve già oggi.
I nomi dei prescelti per i Beni Culturali? Previsioni del tutto sballate, visto che in corsa si davano il renziano Matteo Richetti, Mariella Bocciardo – cognata di Silvio Berlusconi – e un’altra PD, Emilia De Biasi. E invece dal cilindro di Palazzo Chigi escono due donne: una è la ex presidente del FAI Ilaria Borletti Buitoni, montiana a lungo pronosticata come ministro e ora risarcita con questa opzione: ma era difficile ottenere di più visti i risultati non esaltanti di Scelta Civica e di tutta la coalizione centrista. La sorpresa arriva però dall’altra scelta, quella di Simonetta Giordani, responsabile dei rapporti istituzionali nazionali e internazionali di Autostrade per l’Italia, una tecnica nominata in quota Renzi sebbene la sua stella abbia cominciato a brillare, anni fa, nell’ambito di quella che è stata forse l’invenzione politica più significativa della carriera di Enrico Letta: veDrò. Una curiosità: all’Istruzione, altro ministero più che strategico per i nostri temi, un sottosegretario (forse l’unico di tutto il Governo) risulta confermato rispetto al passato esecutivo, si tratta di Marco Rossi Doria ed è una buona notizia.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.