Lo Strillone: la Tavola Doria sta a Leonardo come una prostistuta alla Regina d’Inghilterra: incendiario Sgarbi su Il Giornale. E poi Uffizi senza personale, Beato Angelico a Roma, Greenaway prof. a Salerno…

La Tavola Doria? Una bufala clamorosa! Così Vittorio Sgarbi su Il Giornale: tuoni e fulmini contro Ornaghi, che avalla l’esposizione di quello che il nostro – con lui Tomaso Montanari – ritiene essere un falso. Chi ci guadagna? Il Tokyo Fuji Art Museum, che in cambio della crosta ottiene in prestito due Leonardo. Veri. E […]

Quotidiani
Quotidiani

La Tavola Doria? Una bufala clamorosa! Così Vittorio Sgarbi su Il Giornale: tuoni e fulmini contro Ornaghi, che avalla l’esposizione di quello che il nostro – con lui Tomaso Montanari – ritiene essere un falso. Chi ci guadagna? Il Tokyo Fuji Art Museum, che in cambio della crosta ottiene in prestito due Leonardo. Veri. E sul futuro ex-ministro non smette di grandinare: il Corriere della Sera mette il dito nella piaga Uffizi. Dieci sale fresche di restauro, con Velazquez, Goya, Van Dyck e soci, negate al pubblico per carenza di personale.

Via Solferino dedica il suo primo piano all’Annunciazione del Beato Angelico in mostra alla Galleria Borghese; notizia ripresa da Avvenire, che si felicita per l’inatteso successo di Pasolini negli States. Sta a cavallo della cronaca Fabio Bucciarelli, fotoreporter che ha documentato l’esodo di profughi dalla Siria di Assad alla Turchia: scatti drammatici, in mostra a Trento e su La Stampa.

Il cinema? Ve lo spiega Rembrandt! Così Peter Greenway all’Università di Salerno: L’Unità anticipa uno stralcio della sua lectio magistralis, in programma in mattinata. On stage Il Fatto Quotidiano, che commenta l’assegnazione, ieri sera, dei Premi Ubu per il teatro italiano: mazzate su Milano e il “sistema” del Piccolo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.